Le attività hanno luogo in modo asincrono. C’è sì un andamento generale, al quale forse i più si atterranno, ma con ampie variazioni – previste, anzi incoraggiate – tanto più che “salire sul tram in corsa” sarà la norma e non l’eccezione.

Cosa deve fare quindi colui che sale in corsa?

Ecco una traccia minimamente commentata del percorso, sino al futuro prossimo. Cliccando i titoli andate direttamente ai relativi post.

A coloro che non sono sicuri di essere pronti (15 settembre)
  • Una lettura che serve a stabilire la tonalità del laboratorio.
Iniziando ad accordare i suoni (22 settembre)
  • Una prima attività da impostare: il diario. Non un diario intimistico, bensì un diario di lavoro, alla vecchia maniera: un diario dove annotare e riflettere su ciò che si è studiato e si è sperimentato. Vedremo poi cosa farcene.
  • Una lettura sulle tipologie di software per avere una minima idea degli strumenti che tutti utilizzano e pochi conoscono. Giusto un’idea, per ora.
  • Delle istruzioni per commentare in questo blog. Sono importanti perché è il luogo principale nel quale la vostra voce può essere udita.
Un articolo sul cMOOC #ltis13 in BRICKS (26 settembre)
  • Un articolo da leggere sulla rivista online BRICKS dove si descrive l’esperienza del cMOOC @ltis13 e come si siano prese le mosse verso il laboratorio #loptis.
Un passo indietro (29 settembre)
  • Il primo post “tecnico”: una riflessione su come avviamo un browser: cos’è che scriviamo in quelle caselle in alto per andare da qualche parte nel web? In realtà solo la prima parte della riflessione…
  • E un esercizio per esplorare e capire meglio, forse per iniziare a manovrare un po’ più consapevolmente la macchina, con tutte le dita e il cervello, non solo con il mouse.
Non solo luci (11 ottobre)
  • Un orientamento che potete saltare perché coincide con ciò che state leggendo. Ogni tanto inserirò righe di orientamento nel flusso dei post per aiutare le persone nel loro percorso.
  • Una riflessione su cosa voglia dire fare un account. Ci capiterà di suggerire di fare degli account, ma questo non significa che fare un account sia bene, a priori. Ci sono anche risvolti negativi. Lavoreremo per imparare a sviluppare gli aspetti positivi e minimizzare quelli negativi. Riflessioni del genere ci prepareranno anche per svolgere la seconda parte delle riflessioni “tecniche” su come manovrare un browser, e non solo.
E poi?
  • Questi primi passi sono propedeutici all’apertura di un blog. Propedeutici sia dal punto di vista della manualità che della consapevolezza di quello che stiamo facendo. Il blog potrà servirvi in vari modi, in primo luogo a riversarci e continuare il proprio diario, poi come palestra per una serie di esercizi, eventualmente come content management system per l’organizzazione e la distribuzione di materiali e riferimenti didattici, come strumento di discussione e collaborazione da usare in altre comunità, come teacher portfolio ecc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...