È – #loptis

Post iniziato ma poi perso ascoltando storie di Olocausto alla radio. Rinnovato orrore e sgomento – impossibile continuare. Lo lascio così, ridotto ai minimi termini – quel che può servire.


Antonella ha scritto

Mi piacerebbe ora capire come si fanno le “e” con l’accento maiuscole: non sopporto vedere l’apostrofo in sostituzione dell’accento

È dura, ma dobbiamo fare tutto il possibile affinché i nuovi media siano occasione di crescita anziché di regresso. E siamo convinti che la Qualità inizi dai dettagli.

Quindi grazie per la domanda, Antonella. Grazie anche per avere dato un’altra botta all’articolo da tradurre e discutere, come ricordato nel medesimo commento.

Avevo citato qualche tempo fa la questione delle vocali maiuscole accentate, ma non ho più voluto imporre la cosa, preferendo affrontarla quando qualcuno l’avesse richiesto esplicitamente. Naturalmente il caso di gran lunga più rilevante in italiano è quello della lettera È, che può facilmente apparire all’inizio di una frase.

Purtroppo non c’è una risposta semplice egualmente valida per tutti i sistemi.

Linux

foto del tasto di blocco delle maiuscole È il caso migliore: prima premere il tasto Caps Lock, poi premere la lettera accentata corrispondente. Caps Lock sta per Capitals Lock: blocco delle maiuscole. Talvolta è rappresentato da una freccia in su.

Non so se questa caratteristica è presente su tutte le distribuzioni di Linux. Sicuramente su Debian, Ubuntu e WiildOs che sono quelle che ho sottomano. Mi pare anche su Slackware, ma sono diversi anni che non l’ho più usata.

Windows e Mac

Per non farsi venire il mal di testa, e considerato che i più utilizzano correntemente programmi di Word processing come Writer di Libreoffice o Openoffice, o Word di Microsoft, la cosa più semplice è di utilizzare questi per fare le maiuscole.  Infatti questi programmi, quando si scrive una lettera accentata dopo un accapo o dopo un punto e uno spazio – … bla bla. È vero che bla bla … – trasformano automaticamente le minuscole accentate nel corrispondente maiuscolo corretto.

Altri modi con Windows…

Codici con il tasto Alt

Si possono rappresentare una varietà di simboli inusuali con combinazioni del tipo Alt+0200 – questa è la combinazione che dà luogo alla lettera È,  la si ottiene tenendo premuto con un dito il tasto Alt, e con un altro dito premendo in successione i codici 0, 2, 0 e 0; la lettera È appare quando il primo dito lascia il tasto Alt.

Un po’ macchinoso, specialmente con le tastiere compresse dei portatili, che non hanno il tastierino numerico separato, sulla sinistra. In questi casi, il tastierino numerico si può realizzare con l’attivazione del tasto speciale (di solito blu) che si chiama NumLock – o qualcosa del genere; con questo tipo di blocco premendo i tasti m, j, k, l, u, i, o, 7, 8, 9, si ottengono i numeri 0, 1 , 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 rispettivamente.

Applicazione mappa dei caratteri

In Windows c’è un’applicazione che si chiama Mappa Caratteri (CharacterMap). Si trova in Start e poi digitando Mappa Caratteri. In questa applicazione è facile copiare i singoli caratteri per poi incollarli dove si vuole.

Altri modi con Mac OSX

Codici con il tasto Alt

Ha già risposto Claude per quanto riguarda la lettera È:

Per la “È”, dipende dalla tastiera che usi: sulle tastiere “Italiano” e “Italiano PRO” (che cavolo sarà?) dei Mac, si fa con Majuscola+Alt+E. Sugli altri computer non lo so.

Altro trucco: copi quella È da questo commento, te la incolli in un file che salvi sulla scrivania, poi quando scrivi batti quella E’ che non ti piace. Alla fine del testo vai a ripescare quella È nel file salvato, poi fai “Cerca E’ e cambia in È”, poi: “Cambia dapertutto”

Applicazione mappa dei caratteri

Anche nel Mac c’è un’applicazione analoga. La si può attivare dal menu Modifica->Caratteri Speciali di molte applicazioni, oppure con la combinazione di tasti Opzione+Comando+t – il tasto Comando è quello con la mela, o una sorta di quadrifoglio, il tasto Opzione è il tasto Alt.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: