Due parole sulla fine e sui CFU – #ltis13

Locandina del connectivist Massive Open Online Course: Laboratorio di Tecnologie Internet per la Scuola - #LTIS13S’era detto che il corso doveva durare 10 settimane, fino a metà giugno quindi. Sarà così ma questo non significa che si chiuda qualcosa. Del resto, in questo blog non si chiude mai niente e i vari accessori rimangono, galleggiando alla fonda. Di solito la gente se ne va piano piano perché ha altro da fare. Qui però è un po’ diverso.

Il MOOC è rivolto principalmente a chi insegna ma obiettivamente è stato proposto nel peggior periodo possibile immaginabile, proprio quando fervono le attività per il termine dell’anno scolastico! Purtroppo c’era poco da scegliere. È difficile dar corso a iniziative del genere a livello istituzionale, le “learning organization” stanno in altri pianeti, per ora. È capitata l’occasione sotto forma di un’improbabile concomitanza di fattori favorevoli. Prendere o lasciare? Prendere, naturalmente.

Le difficoltà erano prevedibili. Molto meno la pervicacia di tanti che faticano ma non mollano. Un impegno del genere, sostenuto per 7 settimane in un periodo molto impegnativo, spesso intrecciato anche con gli oneri della famiglia, rappresenta un investimento importante, da non disperdere.

Quindi il programma che mi prefiggo è di continuare a sostenere coloro che vogliono continuare anche dopo la fine formale, soprattutto coloro che sono rimasti indietro. È probabile che sia possibile recuperare molto, nei mesi successivi. Un’esplorazione che potrebbe avere esiti interessanti.

Un altro aspetto che deve essere affrontato è quello dei CFU che, come sapete, possono essere attribuiti a coloro i quali abbiano lavorato adeguatamente e li richiedano alla segreteria. Non abbiamo mai parlato di esami e in effetti non ve ne saranno, in senso stretto. L’esame è nel percorso stesso e i risultati si valutano dalle tracce che sono state lasciate, dalla loro entità e dalla loro genuinità. I CFU maturano cammin facendo. Chi rimane indietro può recuperare. In una gran parte i risultati conseguiti saranno facilmente valutabili, in molti casi sono già del tutto evidenti. Potranno invece esserci casi che richiedano qualche forma di discussione, vedremo le modalità caso per caso.

Per organizzare il lavoro chiedo di manifestare l’intenzione di richiedere i CFU mediante il seguente modulo. La compilazione o meno non pregiudica niente, ha solo fini orientativi. Bastano nome e cognome. Se qualcuno vuol scrivere un commento lo può fare nell’apposito spazio, ma non è necessario. Questi dati vengono inviati per email e finiscono direttamente in un file adeguatamente organizzato nel mio computer. È un sistema che ho appena messo insieme per avere un’alternativa a GoogleDocs, dal quale mi vorrei svincolare. Spero che funzioni, gli esperimenti non finiscono mai