Preparazione per le prossime attività – #edmu14

Ricapitoliamo. L’attività precedente si conclude con la scrittura di un abstract di 1000 parole da redigere con il programma LibreOffice. A prescindere dal tipo di partecipazione questo va fatto obbligatoriamente – ognuno partecipa nei limiti delle proprie possibilità, che possono dipendere da fattori ambientali, quali la disponibilità di banda, che è spesso un grave collo di bottiglia nel nostro paese; non importa, si descrivano (presunti) successi e (presunti) insuccessi. Il documento così preparato deve essere caricato nella piattaforma IUL. Fino ad ora sono arrivati i contributi (ottimi) di Alessandro, Roberta e Flavia. Chi ha difficoltà contatti Lucia o il sottoscritto, meglio se attraverso commenti a (per esempio) questo post: i problemi condivisi fanno crescere tutti.

Nel frattempo bisogna però prendere le mosse per le prossime attività, iniziando ad organizzarsi: chi non ha una cuffia se la procuri, per due motivi:

  1. La prossima delle 5 attività riguarda l’elaborazione di file audio. Vi darò un paio di file (credo) che dovrete ascoltare attentamente e magari farci poi dei lavori sopra: occorre sentire bene. Ci vogliono quindi le cuffie, meglio se di buona qualità.
  2. Dobbiamo (lo impone il regolamento) fare anche degli incontri in videoconferenza. In teoria dovrebbero essere delle lezioni del docente. Faremo ciò che serve. Utilizzeremo in ogni caso il sistema di videoconferenza della piattaforma IUL, accessibile mediante il link “Eventi Sincroni” una volta che siete nella pagina di Editing Multimediale. Anche per questa attività è obbligatorio usare le cuffie, senza le quali si producono echi che possono vanificare la comunicazione.

Ora, avrei intenzione di fare un uso abbastanza flessibile dello strumento di videoconferenza, per metterlo al servizio delle vostre necessità. Penserei anche a un collegamento quasi quotidiano, ad una certa ora, da utilizzare alla larga: domande, consigli, approfondimenti. Quasi come fosse un programma radiofonico, che c’è ad una certa ora, solo che è un programma dove possiamo parlare tutti

Prima di iniziare questa pratica vorrei però avere un’indicazione da parte vostra su quale potrebbe essere l’ora preferita. Poi vedremo di trovare una soluzione ottimale, ben consapevoli che ottimale per la comunità non equivale necessariamente a ottimale per i singoli. Per esperienza so già che le preferenze si addenseranno intorno a due o tre alternative. Vedremo.

Occorre che che vi esprimiate tutti, dichiarando le vostre preferenze mediante commenti a questo post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: