Assignment 5: valutazione 1

 

Immagine della lavagna con su scritto: "Valutazione 1"Siamo alla metà del percorso ma il limite di disponibilità delle aule mi impone di iniziare il discorso sulla valutazione in anticipo.

In qualsiasi corso la valutazione dovrebbe costituire il momento più importante, ma non per far vedere il voto alla mamma. Per valutazione intendo una riflessione critica su quello che è stato fatto e su quello che è successo. Io questa valutazione ve la chiederò mediante l’Assignment 5: valutazione 2, pressapoco verso la fine del corso, in modo che abbiate gli elementi necessari per giudicare.

Per me questa è una cosa fondamentale perché quando si tentano vie nuove, come succede in questo percorso, è assolutamente necessario cercare di fare frequentemente il punto, con tutti i mezzi possibili. Del resto, ciò che voi state facendo è anche in buona parte frutto delle esperienze e delle opinioni dei vostri predecessori.

Cosa vi chiedo dunque in questo Assignment 5: valutazione 1?

Continua a leggere …

Daily: la fisicità del cyberspazio

Sociogramma 6 aprile 2011
Sociogramma 6 aprile 2011. I nodi rossi sono studenti di medicina, i nodi blu cyberstudenti, il nodo celeste è il docente. Una linea che congiunge due nodi significa che almeno uno dei due ha fatto almeno un commento ad un post dell’altro.

Come era prevedibile, da molti dei blog di questa bella e giovane comunità emerge preoccupazione e talvolta anche indignazione o scoramento, per le sorti del mondo in generale e, a ragione, per quelle del nostro strano paese. Benissimo, condivido, certamente.

Fra gli innumerevoli micidiali e complessi problemi del nostro tempo c’è quello delle fonti energetiche, che comporta non solo quello della scelta delle fonti di energia ma anche quello dell’impiego della medesima, dell’inquinamento conseguente, della qualità di vita scadente nei centri urbani congestionati eccetera.

Continua a leggere …

Daily: il problema dell’accessibilità

Sociogramma 5 aprile 2011
Sociogramma 5 aprile 2011. I nodi rossi sono studenti di medicina, i nodi blu cyberstudenti, il nodo celeste è il docente. Una linea che congiunge due nodi significa che almeno uno dei due ha fatto almeno un commento ad un post dell’altro.

Ciascuno può decidere di dare l’importanza che desidera al cyberspazio, ma l’accesso al medesimo oggi deve essere considerato un diritto fondamentale. È inerente alla libertà di espressione. Chi non sa leggere non può godere appieno della libertà d’espressione, nel mondo contemporaneo. Parimenti per chi non abita il cyberspazio.

 

Come per tutti gli altri diritti fondamentali, questi non possono essere considerati tali se non sono effettivamente alla portata di tutti i cittadini. Ognuno di noi può avere permanentemente o anche saltuariamente – vale a dire che la cosa può concernere chiunque! – dei problemi che precludono in qualche misura l’accesso ai diritti.

Conseguentemente, in un percorso del genere non si può ignorare la questione dell’accessibillità, forse a maggior ragione per il fatto che aspirate a diventare medici. Si tratta di una questione molto complessa e molto più ampia di quello che si immagina comunemente e io non ho grande competenza in materia.

In questa blogoclasse abbiamo tuttavia un’opportunità di approndire appena un po’ la questione grazie al fatto che uno di voi, Luca è ipovedente, e che uno dei cyber-punti-blu, Claude, è molto sensibile alla questione ed è anche molto preparata.

Continua a leggere …

Daily: intersezioni

Sociogramma 4 aprile 2011
Sociogramma 4 aprile 2011. I nodi rossi sono studenti di medicina, i nodi blu cyberstudenti, il nodo celeste è il docente. Una linea che congiunge due nodi significa che almeno uno dei due ha fatto almeno un commento ad un post dell’altro.

… scusami se ho fatto questa lettera così lunga ma non ho avuto tempo per farla più breve.

Matteo ci dice che questa frase è attribuita a Pascal. Che lo sia o meno bastava questo per il daily.

Interessante il fatto che qualcosa di questo corso serva anche a qualche genitore 🙂

Vale la pena di leggere la risposta di Cristina-Punto-Blu al post di Riccardo Ma che stiamo facendo?

Domani martedì, mercoledì e giovedì sarò nell’Aula Informatica 117 presso il Centro Didattico Morgagni, 49, sempre fra le 10:30 e le 12:30.

Assignment 1 coda: allarghiamo ulteriormente il discorso

Lavagna con su scritto "L'informazione affidabile"Avrei molte cose da dire sull’affidabilità dell’informazione su internet. Ha fatto bene Giovanni a sollevare la questione perché è assai più complessa di quel che sembra.

È vero che in internet puoi trovare ogni sorta di fandonie ma questa non è una dimostrazione di inaffidabilità. Il mondo della carta stampata è pieno di sprecisioni, di errori, di teorie fasulle, di spazzatura. Non solo entrando in un’edicola si ha questa sensazione ma anche andando a scartabellare i libri di testo e anche andando a rovistare nella letteratura scientifica. Quest’ultima, ad esempio, soffre oggi di un grave problema di credibilità a causa della bulimica ridondanza – funzionale al metabolismo della macchina accademica, ma non al resto – e, in certi settori, di preoccupanti conflitti di interesse. Sono riviste tipo l’Economist che ogni tanto sollevano la questione e questo è significativo. I risultati della ricerca, soprattutto quella applicata, comportano inevitabili ricadute economiche sugli enti finanziatori. La conseguenza è che si pubblicano quasi sempre i successi e mai gli insuccessi. La ricerca biomedica è particolarmente afflitta da questo problema, a causa degli evidenti interessi delle potentissime multinazionali farmaceutiche. Non credo che questa cosa piaccia molto a Galileo, che guarda di lassù.

Continua a leggere …

Daily: pensare semplice

Sociogramma 3 aprile 2011
Sociogramma 3 aprile 2011. I nodi rossi sono studenti di medicina, i nodi blu cyberstudenti, il nodo celeste è il docente. Una linea che congiunge due nodi significa che almeno uno dei due ha fatto almeno un commento ad un post dell’altro.

Molto interessante l’osservazione di Davide, cyber-non-so-cosa, insomma punto blu. La riporto per intero:

Mi viene in mente che il framework concettuale – per parlar difficile – del sitema Google, esisteva fin dalla fine dell’800 – ma fino a trent’anni or sono lo usavano solo i botanici.
Quelli che in statistica e analisi numerica si chiamano “metodi di ordinamento” (PCA, DCA etc.) lavorano in questo modo; prendono un insieme di oggetti (fiori, conchiglie, bottiglie di vino) e li dispongono in un ordine arbitrario in base ai loro carateri (il colore, la forma, il sapore del vino), e poi si vede se da questa disposizione arbitraria emergono dei gruppi, delle categorie.
Oggi i metodi di ordinamento sono piuttosto diffusi nele scienze ambientali, perché permettono di classificare “oggetti” i cui caratteri sono spesso definiti qualitativamente. Sciocco a non pensarci prima.

Continua a leggere …

Dialy: cercare alternative

Sociogramma 2 aprile 2011
Sociogramma 2 aprile 2011. I nodi rossi sono studenti di medicina, i nodi blu cyberstudenti, il nodo celeste è il docente. Una linea che congiunge due nodi significa che almeno uno dei due ha fatto almeno un commento ad un post dell’altro.

Ok, non lo trovo. Copio, incollo, duplico, ridondo, starro, bookmarko, taggo, aritaggo, mi emailo, e di tutto questo vo predicando e poi … non trovo un post.

Insomma, uno di voi ha scritto che la faccenda di GoogleDocs gli piace poco, perché bisogna diffidare dei pesci che diventano troppo grossi. Uno che teme l’inGooglata in sostanza.

Continua a leggere …

Daily: quando le connessioni fioriscono …

Sociogramma 1 aprile 2011
Sociogramma 1 aprile 2011. I nodi rossi sono studenti di medicina, i nodi blu cyberstudenti, il nodo celeste è il docente. Una linea che congiunge due nodi significa che almeno uno dei due ha fatto almeno un commento ad un post dell’altro.

È esilarante la sensazione di dialogare con la creatura composita raffigurata qui sopra. Ancor di più sul cicaleccio di sottofondo di questo bar. Viva il free wireless! Mi piace scrivere in mezzo a questo caotico brulichio. Mi piace parlare con una creatura caotica, che diffonde voci così diverse. Mi piace tantissimo l’assenza di struttura precotta. Mi piace vedere strutture emergere dal caos. Mi piace infrangere le regole, in modo buono, e senza danneggiare nessuno. L’infrazione delle regole è uno degli strumenti essenziali della ricerca, di qualsiasi genere essa sia. E mi piace inventare regole per vedere come vengono infrante – ok Picchio, per vedervi sbottare in codesto modo. Sono molto utili le regole per questo!

Continua a leggere …

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: