Didattica e digitale: verso una trasformazione consapevole

Bello poter contribuire al percorso formativo “Didattica e digitale: verso una trasformazione consapevole”, immaginato da Daniela Lucangeli, Teresa Farroni e i loro giovani collaboratori. Questa è la magia: tu credi di manovrare la Tartaruga ma poi è lei che ti porta nei luoghi giusti. Ci sono ancora posti liberi: qui ti puoi iscrivere.

Alla scoperta dell’incerto sulle orme di Mandelbrot — per la scuola, nel segno di Morin

Premessa Da quando esiste la scuola, quale istituzione destinata all’istruzione di massa, prevale l’idea che essa debba fornire competenze di base nelle discipline fondamentali. E che queste possano essere insegnate in maniera indipendente l’una dall’altra. Il quadro generale è ignorato, ancora oggi. Eventuali connessioni fra campi diversi sono incidentali, al più rare curiosità. Di conseguenza…

Relazioni sufficientemente buone

Trascrivo questo capitolo tratto da “Insegnare al principe di Danimarca” di Carla Melazzini (a cura di Cesare Moreno, Sellerio, 2011), nella speranza di indurre qualcuno ad acquistare e a leggere il libro. Le parole scritte da Carla Melazzini chiariscono bene delle considerazioni che stiamo facendo presso la Scuolina, realtà infinitamente più piccola e diversa da…

Soverchiato dalla ricchezza che torna indietro

Soverchiato dalla ricchezza che torna indietro. Sessanta elaborati da leggere, fra formazione primaria, educazione degli adulti e educatori. Alcuni compositi, con blog o minimooc da leggere. Poi 240 diari prodotti dal tirocinio diretto online in emergenza covid. E detta così è solo massa, solo un pacco di lavoro brutale da smaltire. E già al primo…

Se incontri un professore che ti tratta come un bambino

Riprendo il post precedente e lo asciugo completamente, trascrivendo giusto la conlusione dell’articolo ivi citato, affidata completamente alle parole di Eleonora, ricevute in un messaggio quattro anni fa, a metà della mia prima edizione del Laboratorio di Tecnologie Didattiche. Le sue parole riassumono perfettamente quello che intendo dire quando affermo, ancor più sinteticamente, che per…

Un passo indietro verso il futuro per una conoscenza peninsulare

L’ispirazione nel pensiero di Edgar Morin, Jerome Bruner, Seymour Papert e nell’opera che sta portando avanti Juraj Hromkovič della ETH di Zurigo con l’Ausbildung- und Beratungszentrum für Informatikunterricht ETH Zürich (ABZ). Intorno allo sviluppo del pensiero scientifico attraverso la programmazione del computer, gli esercizi con il corpo, l’esplorazione delle forme e del loro divenire, la…

Bambini con le rughe

Ogni nuova richiesta di tesi mi riempie di contentezza e di angoscia ad un tempo. Perché ho imparato che ogni tesi è una nuova finestra sul mondo, e non resisto alla tentazione di aprirla. Ma allo stesso tempo, la fila si allunga e cresce il timore di non farcela. Le immagini di quei fiori non…