Daily: Valutazione 1 (dopo)

Sociogramma 14 aprile 2011. I nodi rossi sono studenti di medicina, i nodi blu cyberstudenti, il nodo celeste è il docente. Una linea che congiunge due nodi significa che almeno uno dei due ha fatto almeno un commento ad un post dell’altro.
Sociogramma 14 aprile 2011. I nodi rossi sono studenti di medicina, i nodi blu cyberstudenti, il nodo celeste è il docente. Una linea che congiunge due nodi significa che almeno uno dei due ha fatto almeno un commento ad un post dell’altro.

Come avevamo previsto, oggi abbiamo ridefinito i criteri con i quali io darò i voti e voi avete compilato le schede di valutazione predisposte dall’Ateneo.

Criteri voti

Ho inteso, dalle varie conversazioni a seguire, che qualcuno si è lamentato: “Ma solo ora ci dice i criteri?” No, ho confermato ciò che avevo detto nella prima lezione, aggiungendo di nuovo solamente come mi comporto nei casi estremi, che riguarda circa un 10% ai due estremi. Comunque ricapitolo qui.

Per ognuno di voi, farò le seguenti cose:

  • Scorsa al blog (molti già li conosco, qualcuno bene), lettura attenta delle eventuali reazioni agli assignment o di cose che mi incuriosiscono particolarmente. Scorrendo il blog tengo anche conto, in debita proporzione, di lavori non testuali: grafica, video e altra roba.
  • Scorsa al diario. Mi consente di non perdere di vista contributi non standard, sottotitolazione di un video in dotsub o roba del genere.
  • Dati SNA (Social Network Analysus). Mi consentono di vedere chi ha attratto maggiormente l’attenzione degli altri, chi è stato più incline a frugare nei lavori altrui, chi ha fatto tutto ciò fungendo da catalizzatore della rete.
  • Eventuali commenti fatti nel mio blog, dialoghi ecc.

Come stabilisco i voti – molto dolorosamente perché detesto la docimologia.

  • 30/30. La norma , secondo il metodo che avevo descritto nella prima lezione: ognuno lavora fino ad avere fatto un percorso minimo, che vale 30. Nei limiti del possibile, questo equivale a fissare un livello di qualità minimo e lasciare il tempo variabile, invece che fissare il tempo e misurare una qualità qualsiasi.  Chi ci mette dei mesi, chi ci mette un anno, lavorando quando ne ha voglia e può, per me è lo stesso. Mediamente gente che ha mescolato i propri discorsi con alcune reazioni agli assignment. Soprattutto gente che mostra di metterci del suo. Ragazzi, rilassati però! Sono cosciente che questa è una roba di 3 crediti su 360 (mi pare).  Ho ridato una scorsa a molto materiale stasera. Circa il 70-80% ricadranno in questa categoria. Ci sono però degli estremi dei quali non posso fare finta di nulla e sono i seguenti.
  • 30 lode. Quelli che mi sorprendono in qualche maniera positiva. Ma anche questo l’avevo già detto nella prima lezione. 10-15%?
  • 27/30. Quelli che hanno fatto il blog, magari neanche male, ma in maniera totalmente avulsa da quello che è successo intorno, discorsi intorno ai temi degli assignment, dialogo ecc. In un corso il cui obiettivo fondamentale è palesemente lo sprone alla cooperazione, al lavoro collegiale, alla capacità di guardarsi intorno, tutte attitudini fondamentali per il medico – e non solo – non posso non tener conto di una cosa del genere. Questa è una distinzione sostanzialmente qualitativa, non “di non avere fatto abbastanza”. 10%?
  • 24/30. Chi ha veramente fatto giusto “pio”: aperto un blog con dentro poco o nulla. 5%? O prendono 24 o fanno il quiz. Oggi una studentessa mi ha chiesto proprio questo: “Ma se prendo 24 e non mi piace, posso fare il quiz?” Certamente. Io ho cercato di dissuaderla ma certo, si può fare.

Osservazione importante: non mi chiedete per favore, se siete nella due precedenti condizioni, del 27 o del 24, “Che devo fare per il 30?” … Risponderei come fa il direttore del Vernacoliere con i moralisti bacchettoni …

Schede di valutazione

Le ho contate, mettendole nella busta: sono 134 su 230 iscritti (ad oggi)= 58%.

Non c’è male, per i nostri standard. Troppo pochi, secondo me.

Grazie a chi è venuto. Gli altri hanno fatto male a non venire, se potevano.

Soprattutto grazie a chi è venuto e ha espresso critiche, anche aspre. Ho riguardato i dati del passato. In questo insegnamento il 10% di coloro che hanno compilato la scheda (negli anni passati) ha espresso una valutazione negativa e il rimanente 90% una valutazione positiva.

Apprezzo molto quel probabile 10% che si è preso la briga di venire a scrivere che qualcosa non gli è piaciuto.  È come la faccenda degli errori: le possibilità che ho di migliorare il corso dipendono dall’analisi di ciò che non va bene, poco o tanto che sia.

Grazie comunque a tutti quelli che sono venuti.

In ultimo

Sempre ragionando con Tizio e con Caio, mi rendo conto che il volume di lavoro effettuato dalla buona parte che effettivamente si sta dando da fare – davvero non poco – può iniziare a debordare da quello che si immagina debba essere l’impegno corrispondente a 3 crediti.

C’è da dire che quest’anno vedo gli effetti di potermi dedicare ad un solo corso, pur numeroso. Gli anni scorsi in primavera avevo un totale di almeno il doppio degli studenti sparpagliati in 5 o 6 corsi di laurea. Capisco di dover stare attento a questo. Facciamo così: dichiaramo “obbligatorio” l’assignment 6, sulla letteratura scientifica e sull’accesso alle riviste scientifiche. Preciso: si può prender quel famoso (benedetto) 30 facendo quello che ho già detto fino all’assignment 6, incluso. Dopo, aggiungerò delle cose: le faccia chi si diverte a farle.

P.S. Si è fatto tardi. Ci sono dei commenti a giro ai quali voglio rispondere. Mi rifaccio domani.

10 thoughts on “Daily: Valutazione 1 (dopo)

  1. Andreas ha detto:

    Il primo impulso è stato di risponderti al volo:

    “Da quello che dici ho capito che hai già finito!”

    Ed è vero. Codeste parole mi dicono che con te ho conseguito l’obiettivo importante: tu sei autonoma, in grado di scoprire le cose da te, disponibile ad affrontarle, in grado di cambiare questo o quello. Stai manovrando. Ci possono essere altri obiettivi, quanti se ne vuole, ma in confronto a questo son quisquilie.

    Comunque mi son trattenuto “Fermo giovanotto!” e sono andato a cercare le tue tracce.

    Propongo quindi di utilizzarti come unità di misura, per dare un riferimento agli altri.

    Ebbene, quando Reby avrà fatto un post sull’assignment 6 allora il suo lavoro varrà 30.

    Se volete un’idea in cosa possa consistere l’esecuzione dell’assignment 6, Ela ha dato un buon esempio.

    Ancora devo dire delle cose sulla questione della letteratura scientifica, e quindi se aspettate avete degli elementi in più, ma se vi sentite di costruirvi una traccia analoga a quella di Ela, lo potete fare anche dopo.

    Ok?

  2. Reby ha detto:

    Forse la mia domanda sembrerà stupida, ma:
    [quote]Io vorrei valutare sempre dopo che lo studente ritiene di avere finito
    [/quote]
    Ma nel caso che uno studente abbia difficoltà a capire quando e SE ha finito?? Mi spiego meglio, a me personalmente sembra un’impresa impossibile dire di aver finito, dato che ci sarebbero così tante cose da imparare, da fare, da scrivere, dettagli grafici da cambiare (io ogni tanto cambio qualcosa nella grafica del mio blog, a seconda dell’umore)… Penso che non sarei capace di dire: “Prof, ho finito.” Perché probabilmente il giorno dopo mi verrebbe l’ispirazione per scrivere un nuovo post oppure la voglia di cambiare qualche dettaglio o di iniziare una nuova attività con qualche programma che lei consiglia (o che ho scoperto).

  3. Andreas ha detto:

    No, questo sicuramente no:

    che ad un certo punto dice quel che è fatto è fatto e ci valuta?

    Io vorrei valutare sempre dopo che lo studente ritiene di avere finito. Diciamo che inizierò a guardare sistematicamente il vostro lavoro (una buona parte, per molti, lo conosco già) da metà maggio.

    Se volete, da un certo punto in poi posso pubblicare un documento, nel quale elenco i risultati di chi per me può avere sicuramente finito. Non so se è una cosa che va bene a tutti. Ditemi voi …

  4. Chiara Cordola ha detto:

    mi chiedevo se ci avverte o meno quando starà per dare le valutazioni..cioè mi spiego meglio siamo noi che decidiamo che abbiamo finito con quello che volevamo fare per l’esame e le chiediamo di valutare il nostro lavoro o lei che ad un certo punto dice quel che è fatto è fatto e ci valuta?
    nel caso sarebbe possibile sapere tipo con un po’ d’anticipo quando ci valuterà così che se ci sono ancora delle cose che non abbiamo avuto tempo di fare (tipo gli assignemt di commento alle letture.) possiamo ancora essere in tempo a farle?
    grazie 🙂

  5. roberta r. notanative ha detto:

    LOL, sempre sboccatissimo ma efficacemente diretto, il Vernacoliere. Lo apprezzai durante una “vacanza” a Cecina, tanti anni fa.

    BTW, per tornare rrrigorosamente IT, ho avuto l’ardire di dare un’occhiata al quiz del corso, credo di stagioni passate… e ho sbagliato diverse risposte, questo senza aver letto nessuna documentazione fornita dal prof.

    In sintesi, secondo me il lavoro col blog, oltre ad essere molto più gratificante e pragmaticamente utile per i ragazzi, è anche “maieuticamente” più agevole. Se ascolti dimentichi, se vedi ricordi, se fai capisci, si sa.

    Tramite i quiz non si modifica nulla delle proprie abitudini, né tantomeno si avanza nel nuovo; attraverso la blogoclasse si cresce, come studenti, come utilizzatori della rete e anche come cittadini, credo.
    Forse per ora (ed è anche normale) alcuni ritengono cose come i feed, i tag alla delicious, l’esistenza di un magnifico database su cui fare ricerche come Pubmed, un po’ come bizzarrie del web, ma sono certa che in un futuro neanche tanto lontano i semi della conoscenza germoglieranno nell’animo di chi si è accostato alla blogoclasse.

    Oggi non è un bel giorno per i fatti che sappiamo e mi sento un po’ fragile e retorica, cosa che detesto, ma è da un po’ che ci penso. Sono proprio orgogliosa di questi ragazzi. Ecco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...