Una scuola per insegnanti e operatori della scuola

Locandina promozionale per la University Italian Line, università online per insegnanti e operatori scolastici
Clicca sull’immagine per scaricare la locandina in pdf

La Italian University Line (IUL) è un’università telematica riconosciuta dal MIUR e quindi sottoposta al controllo dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca.

La IUL è partecipata da INDIRE e da alcune università italiane: Catania, Chieti–UNIDAV, Firenze, Macerata, Milano-Bicocca, Palermo, Roma-LUMSA. Si prefigge di dare a docenti in servizio che non sono laureati e ad altri operatori impegnati nella scuola un titolo accademico nell’ambito della formazione continua.

Il modello formativo della IUL rappresenta un esperimento che è stato molto apprezzato dai suoi studenti. Vale la pena di estendere queste esperienze ad una popolazione più ampia.

La locandina che vedete è stata scritta dopo avere posto agli studenti una domanda di questo tipo: – Se l’esperienza in IUL ti è piaciuta cosa diresti ad un tuo collega per invogliarlo ad iscriversi?

Il testo che leggete sulla locandina è un remix di quelli inviati dagli studenti in risposta al sondaggio.

7 thoughts on “Una scuola per insegnanti e operatori della scuola

  1. laura says:

    Confermo tutto quello che hanno scritto i miei “compagni di viaggio”, mi associo nei ringraziamenti e aggiungo che alla IUL, grazie ad insegnanti come Andreas, ho ritrovato la curiosità e la voglia di continuare ad imparare.

  2. Anonimo says:

    Andreas, la locandina è molto bella. Io sono veramente contenta di aver scoperto la IUL ed essermi laureta, certo il percorso non è tutto in discesa, ma le soddisfazioni ripagano di ogni sforzo.
    Io ed altre colleghe “iulline” recentemente abbiamo partecipato a dei seminari tenuti da una prestigiosa università italiana, e ci siamo rese conto di come la nostra preparazione sia completa e ricca.
    Certamente il merito è anche tuo, la tua modalità non usuale di fare lezione ci ha permesso di essere insegnanti migliori.
    Monica

  3. Luigi says:

    posso dire … mi piace … io sto concludendo il percorso della IUL a 55 anni… resettato la vita? un po’ sì perchè di certo mi ha ringiovanito molto e mi ha ridato la voglia di studiare (anche se non avevo mai smesso forse…)
    Ceccayo scriveva che “la felicità non è un dono; è un compito! Bisogna studiare!” … è vero!
    Luigi

  4. Deborah says:

    Sì Claude, concordo, “resetta la tua vita” è un’espressione alquanto ambigua… (ho fatto pure rima!! 🙂 )
    Comunque sia, penso che l’esperienza IUL abbia contribuito a cambiare (o forse a completare) tanti aspetti del nostro modo di pensare, elaborare e progettare (per chi mi leggerà e giustamente non mi conosce: sono un’ex studentessa IUL che da pochissimo ha terminato questo per-corso).
    Vorrei aggiungere, però, che alla IUL ci si sente un po’ meno studenti e un po’ più prosumer. Ed è qui che sta la differenza.
    E poi… la differenza la fanno anche i docenti e i tutor. Il primo della lista? Andreas, naturalmente! 🙂

  5. Claude Almansi says:

    Bello! Detto da una che ha partecipato a un tuo (per)corso IUL da cybercuriosa. Solo un dubbio su “Resetta la tua vita”: mi ricorda l’esclamazione incazzata di un co-partecipante ad un altro corso di formazione “Aiuto! mi vogliono resettare il cervello”. E anche Sleeper di Woodie Allen: vedi My Second Favorite Organ.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...