Gli Stati Uniti spiano su Twitter i supporters di Wikileaks

Birgitta Jónsdóttir, membro del parlamento islandese


Flattr this

 

La deriva etica del potere non è solo un problema italiano, ma ha una rilevante dimensione internazionale.

La più grande potenza sta affrontando con enorme difficoltà la diffusione delle informazioni che in internet, per come essa è strutturata, è un fatto naturale.

Il segretario di Stato, Hillary Clinton, aveva appena fatto in tempo a difendere internet, quale luogo elettivo di espressione dei valori di libertà fondanti delle democrazie occidentali, in particolare di quella americana, da “esportare”, che è scoppiato il caso Wikileaks, il servizio web grazie al quale i segreti sporchi di qualsiasi organizzazione possono essere rivelati e diffusi nel mondo.

La reazione degli Stati Uniti è stata a dir poco isterica e rivela l’esistenza di nodi che sono fondamentali per il futuro della democrazia nel mondo.

Si è rapidamente diffusa la notizia della citazione in giudizio che gli Stati Uniti hanno fatto pervenire a Twitter, affinché riveli tutte le informazioni possibili in suo possesso relative ai supporters di Wikileaks, ivi compresa Birgitta Jónsdóttir (account Twitter di Birgitta), membro del parlamento islandese e con una storia pregressa di collaborazione con Wikileaks. Birgitta Jónsdóttir ha annunciato di volersi avvalere immediatamente delle vie legali per contrastare questo grave abuso di potere, ma aggiunge anche:

Non è solo questione delle informazioni su di me. Questo è un avvertimento per chiunque abbia a che fare qualcosa con Wikileaks. È completamente inaccettabile che il dipartimento di giustizia USA mostri i muscoli in questo modo. Io sono fortunata, quale membro del parlamento. Ma per gli altri? È mio dovere fare qualsiasi cosa per fermare questo abuso.

Dal canto nostro, credo che sia nostro dovere dedicare un po’ di tempo ad osservare meglio i fatti di grande importanza che stanno avendo luogo nel mondo, determinanti per il futuro della democrazia. Determinanti anche nel nostro piccolo paese, più della conta pro-contro Berlusconi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...