Come seguire le fonti in internet – #ltis13

Locandina del connectivist Massive Open Online Course: Laboratorio di Tecnologie Internet per la Scuola - #LTIS13

Simbolo feed
Simbolo feed

È difficile che ad un vantaggio non corrisponda qualche svantaggio. Nel cyberspazio è incredibilmente facile accedere ad una miriade di fonti, il che è indubbiamente una cosa meravigliosa. Si pongono tuttavia alcuni nuovi problemi e uno di questi è come gestire tale abbondanza. Lo strumento fondamentale è quello dei web feed (versione in italiano).

Il vantaggio dei feed è presto detto. Se per esempio voi volete seguire un certo numero di siti web quotidianamente, dovrete andare a visitarli tutti i giorni per vedere se c’è scritto qualcosa di nuovo. Se i siti sono tanti la cosa si farà pesante o anche impossibile. Utilizzando i web feed è possibile invece vedere facilmente cosa è cambiato in ogni sito dopo l’ultima volta che lo avete visitato. È un sistema che consente di controllare un grande numero di fonti. Voi potete usare questo meccanismo per controllare quotidianamente ma facilmente se nel mio blog e nei blog di altri partecipanti sono comparsi nuovi post o commenti. Siete naturalmente esortati a provare ad aggiungere anche i feed di altre fonti a piacere che vi possano interessare, per esempio di qualche quotidiano. In un post successivo parleremo anche di questo.

Per prima cosa dovete utilizzare un aggregatore che è un’applicazione o un servizio web in grado di raccogliere i feed dei blog e di altre pagine web che vi interessa seguire. Nel caso in cui si voglia utilizzare un’applicazione bisogna provvedere alla sua installazione sul proprio computer e, naturalmente, la funzionalità di aggregazione dei feed rimane ad esso confinata. Potete anche installare l’applicazione su altri computer ma poi si pone il problema di mantenere sincronizzate le raccolte di feed sulle varie macchine.

Nel caso invece di un servizio web è necessario iscriversi ad esso facendo un account, operazione che richiede in genere di specificare un proprio indirizzo email, una password e talvolta un nickname. I vantaggi principali degli aggregatori che funzionano come servizio web è che sono accessibili da qualsiasi computer o congegno collegato ad Internet e che non c’è da gestire nulla sui propri computer. Tuttavia, siete costretti a seguire il destino del servizio così come viene offerto, mutato o addirittura annullato; di stretta attualità il caso della cessazione il primo di luglio da parte di Google del più famoso servizio web di aggregazione, Google Reader. Nel caso dell’applicazione installata sul proprio computer siete invece più indipendenti.

Ecco una lista degli aggregatori disponibili sia nella forma di applicazione che di servizio web.

Non vi spaventate per il numero di applicazioni e servizi disponibili. In pratica: chi già usa per conto suo uno qualsiasi di questi aggregatori può continuare a farlo anche in questo corso, l’importante è che sia in grado di seguire il blog.

In questo laboratorio propongo di utilizzare un’applicazione open source che si chiama RSSOwl: si può utilizzare liberamente, funziona su tutti i sistemi, è facile da usare. In alternativa chi vuole può cimentarsi con un servizio web, ad esempio BlogLines. Quest’ultima soluzione può essere buona anche per chi usa il tablet; ho provato con un iPad e mi sembra funzionare.

Nel video che segue mostro come si fa a scaricare e installare RSSOwl. Nel video è anche incluso un utile “incidente”, che ad alcuni può capitare, ovvero il fatto che nel proprio sistema manchi la Java Virtual Machine, un componente software che consente di eseguire software scritto in Java, uno dei tanti linguaggi disponibili. Non ha senso ora approfondire, l’esempio nel video dovrebbe essere sufficiente per chi dovesse incontrare questo problema.

In questo video invece mostro come usare RSSOwl per tenere agevolmente traccia dei post e dei commenti pubblicati in questo blog. Poi ci servirà ad altro, ma intanto questo è già utile. In particolare dovrebbe affrancarci dalla voracità dei sistemi antispam che si mangiano parte delle notifiche che io vi invio.

E infine, come fare lo stesso mestiere, con BlogLines, un servizio web…

Faremo qualche altra considerazione sui web feed. Per ora atteniamoci a questo preciso compito, perché è fondamentale per iniziare a far funzionare il villaggio, che ora sembra piuttosto un prato dove è appena arrivato un clamoroso gruppo di boyscout, zaini rovesciati, tende mezze fatte, discussioni su dove accamparsi ecc. 🙂

169 thoughts on “Come seguire le fonti in internet – #ltis13

  1. Emiliana says:

    ciao a tutti! e buon giorno prof Andreas
    sono nuova e ritardataria…ma mi sto impegnando per recuperare! sono molto felice di essere riuscita a scaricare e utilizzare RSSOwl! ho inserito i feed che mi interessano e devo dire che è stato rivoluzionario! grazie ho trovato molto utile i vostri commenti/suggerimenti per andare avanti e risucire! sono fiduciosa!

  2. Marinù says:

    sto usando Bloglines ed ho importato i vostri blog via opml.
    vorrei dirvi grazie per l’entusiasmo che esprimete. non ci ero più abituata.
    ok confesso. Sono qui per contagiarmi. :DDD

  3. fscocoppola says:

    Chi mi aiuta? Dove posso approfondire? Grazie.
    1) Dopo aver installato RSSOwl ho importato l’indirizzo http://iamarf.org e ho caricato tutti i post completi del blog (post e commenti). Ho avuto dunque il mio elenco di post.
    2) Successivamente ho cancellato tutto dall’aggregatore e sono ripartito seguendo alla lettera le indicazioni del tutorial, caricando prima gli articoli, mi sono ritrovato una lista di 51 linee di cui la prima era intitolata “Insegnare apprendere mutare (50)” e le altre “Commento a…” Ho pensato che un aggregatore così pieno fosse poco utilizzabile per altre cose.
    3) Ho quindi cancellato tutto e sono ripartito al contrario copiando prima i commenti. L’aggregatore, nella colonna di sinistra, mi dà la linea dei commenti e poi quella dei post ma inattive.
    4) Ho quindi cancellato tutto e seguito di nuovo il tutorial, prima i post, poi i commenti. Ora le due linee risultano attive ma i commenti hanno un inconveniente: sono registrati solo gli ultimi in ordine cronologico e per me sono inutili. In questo momento per me è molto più comoda la soluzione al punto 2) che aggrega i commenti per singolo post.
    Riepilogando: al momento vorrei una cartella “Insegnare apprendere mutare” con tutti i post e una cartella “Commenti per singolo post a Insegnare apprendere mutare”.
    Aggiungo che vorrei anche avere la competenza per arrivare alle soluzioni 2) e 4) a mia scelta. Infatti la soluzione 2) mi serve come studente che cerca risposte a problemi, la soluzione 4) mi potrà servire se devo controllare l’attività del mio blog, es. sapere quante persone passano da me etc.

    1. Andreas says:

      @fscocoppola #149 Non ho capito bene. Sembra che tutto riguardi il mio blog, ma in realtà importando il file OPML si aggregano tutti i blog della comunità. Pare che tu invece importi solo il mio blog. IL fatto che tu riceva solo un certo numero di post o commenti più recenti è dovuto al fatto che i siti web di solito offrono solo gli ultimi aggiornamenti, di solito gli ultimi 10; il mio blog 50 perché l’ho settato così io, era il massimo che mi WordPress mi consentiva.

      Comunque il senso di un aggregatore non è quello di fungere da archivio ma di tenere traccia di un numero relativamente elevato di fonti internet, per un lettore interessato a seguire con continuità gli aggiornamenti emessi da quelle fonti.

      Ad esempio, per quanto riguarda il mio blog http://iamarf.org, l’impiego di un aggregatore ha senso per vedere quando è che io ho pubblicato un nuovo post, senza dover confidare in una notifica diretta da parte mia. La cosa ha senso perché il ritmo al quale pubblico i post è irregolare, e se uno segue molte fonti è scomodo andare a vederle direttamente, a volte impossibile. Ma se è solo per avere la lista di tutti miei post dedicati al laboratorio #ltis13 allora basta andare al link apposito che ho messo a disposizione nel blog, in alto a destra: Tutti i post.

      Non credo di averti dato le risposte che cerchi perché non ho capito bene la domanda, comunque.

  4. Andreas says:

    @Daniela Boano #145 per tenere traccia delle cose nel web è consigliabile tenere i link piuttosto che scaricare ogni ben di dio, a meno che non si tratti di cose alle quali uno è veramente affezionato o, meglio, intende rielaborare.

    Per tenere traccia mediante i link si usano i bookmark (segnalibri), che possono essere memorizzati nel browser (di solito accessibili subito nel menu di Firefox ecc.) oppure in un sistema di social bookmarking, tipo Delicious o Diigo. Noi useremo Diigo, lo introdurremo alla fine della settima che viene, penso.

    Oppure puoi anche etichettare le cose in RSSOwl, mediante le etichette, le trovi nel menu. Se poi vuoi proprio salvare il contenuto della pagina puntata dal feed, prima accertati che RSSOwl sia predisposto per mostrare tutto il contenuto: Strumenti->Preferenze->Feed->Mostra e lì attiva Mostra il contenuto della News. Poi quando hai aperto un feed su un elemento che ti piace – un certo post o commento di qualcuno – fai File->Salva con nome e lì puoi salvare in una cartella che vuoi te un file che è in HTML e che potrai successivamente riaprire con il browser medesimo.

    Ma resistete… non accumulate tutto, come si fa nelle soffitte e nelle cantine…

  5. Chiara V. says:

    Facendo un salto nel futuro, cioè ad un post del prof. successivo a questo (che belli i salti nel tempo!), ho dimenticato di scrivere che non ho abcora letto la guida di Currents, perchè onestamente “non ne ho voglia”, nel senso che mi dà più soddisfazione provare e vedere che succede (per questo ancora non lo so usare bene, ma lo capiró ugualmente, anche se più lentamente).

  6. Chiara V. says:

    Sto usando bloglines e va tutto bene. Ma sto provando anche Currents, alternativa, più o meno, di Google al suo Feed rss. Da IOS funziona e mi sembra comodo nel senso che ho scaricato la App e non devo fare ogni volta login. Leggo i post: cioè Currents mi indica i post scritti e poi apre Chrome per far leggere il post intero. Forse posso settare anche la visualizzazione dei commenti non ancora letti, ma io non ci sono riuscita. Qualcuno lo usa? Io continuo a provare….

  7. Daniela Boano says:

    Fin qui, ero al passo del sentiero tracciato. Poi, come spesso accade, i dadi hanno sentenziato: fermati per x giri.
    Ma ho deciso, “non smetto di giocare”, voglio continuare e aprire il mio blog…dunque sono ripartita da voi, dai vostri commenti. Alcuni fondamentali per raggiungervi.
    Su RSSOwl, dove il villaggio diventa “globale”…riesco ad aprire cartelle, ma non a trasferire i commenti che desidero conservare. Mi aiuterebbe a non perdere le tracce. Immagino sia stato già detto…qualcuno ha la pazienza di ripetersi?

  8. Andreas says:

    @Gianni #140 #141 #142

    Quale Gianni? Ce ne sono quattro… Grazie @MazzeoChristian #143 🙂

    In generale, per qualsiasi necessità, in un coso come l’iPad o anche un androide qualsiasi, cercare è facile, il – perverso per certi versi – mondo delle “app” è fatto apposta per questo: nell’iPad, ad esempio, vai nell’App Store (qualcosa del genere, non ricordo di preciso…) e schiaffi i termini che ti interessano nella ricerca: in questo caso roba tipo “feed”… Ti verranno varie possibilità, prova quelle gratis…

  9. Anonimo says:

    Qualcuno mi risponde?….sob:(
    Chi ha un iPad può consigliarmi un’app per nn dover ricorrere al web con Bloglines o RSSO?
    Scoprire da soli è bello, ma anche condividere…
    Per inciso….postando questo commento, il blog mi ha richiesto di iscrivermi…..ed èla quarta volta che posto…

  10. Anonimo says:

    Ho attivato anch’io i feed con Bloglines. Al momento della registrazione al servizio, però, mi diceva che il mio nome utente già era esistente, così ho verificato con l’email e ho constatato che era proprio così, ma il servizio si chiamava Netvibes. Per ora non penso di attivare RSSOwl, terrò Bloglines. Ho effettuato i feed articoli e commenti, come da manuale 🙂 e vado avanti. 🙂

  11. Liliana says:

    Bene i feed sono attivati, spero di riuscire a stare dietro a tutte le atività del campo, mi sono distratta un attimo e già ci sono un sacco di cose da fare e quindi … al lavoro! Ciao a tutti

  12. ritam says:

    Sono in ritardo, ma ho installato RSSOwl ed ho provato bloglines: mi piacciono tutti e due, sceglierò successivamente quale adottare. Inizierò il diario, che per ora è una serie di appunti, ma mi sembra che anche questa forma sia per ora accettata; più tardi il nostro prof ci guiderà alla scoperta di ciò che per il momento ci annuncia. Ho trovato molto utili fino ad ora tutte le indicazioni; il percorso mi sta offrendo la possibilità di un’esplorazione di nuovi terreni, finora lasciati indietro. Mi sto accorgendo di quante opportunità si possono aprire!
    Grazie.
    Non so se riuscirò a tenere il ritmo dei post!
    Rita

  13. Giuliana says:

    Sono un po’ in ritardo con le attività ma stasera mi sono messa all’opera e sono riuscita a scaricare RSSOwl , a pulire tutti i feed e inserire i feed “post di iamarf” e “commenti di iamarf”. Non sono riuscita a registrarmi in bloglines perchè non accetta nessun nickname (dice sempre che è già in uso!!). Ne ho provati tanti e diversi (nomi, numeri, siglle) :niente. Non capisco…
    Riproverò domani. Semmai posso usare solo RSSOwl?

  14. Letizia says:

    Ho lavorato sul feed con blogline, inserendo radio 3 ma anche tanti altri feed, il cui spunto è venuto leggendo diversi post dei partecipanti.
    Ho esplorato chocolat 3b e l’ho trovato interessantissimo.

  15. Fabiana Fierro says:

    Perfetto! Questa cosa non la sapevo, o meglio conoscevo i Feeds solo in parte 😉 Sto utilizzando Bloglines, sembra funzionare 😀

  16. leonardo says:

    Copio da Alessandro, commento #63: “Preferisco avere un servizio web per poter accedere da qualsiasi postazione. Vedrò, eventualmente, se passare agli strumenti suggeriti nel caso avessi dei problemi.” sfoglierò le due opzioni segnalate. ciao a tutti.

  17. Ugo says:

    Cerco di muovermi con cautela. Degli “aggregatori” non conoscevo l’esistenza……..ho avuto modo di provare capacità e potenzialità dopo l’installazione di RSSOwl.
    Sorprendente!! Spero di non perderVi di vista. Guardo, leggo ed imparo. Ciao

  18. Antonietta Renzi says:

    Hurray!! Son riuscita a scaricare RSSowl e ad usarlo!!! con due piccole belve che mi sconvolgono le giornate; questa mi sembra un’enorme conquista!

  19. Tiziana says:

    Ho visto i video, non conoscevo RSSowl. Sembra ben fatto, ma voglio evitare il proliferare di software installati sul mio pc. Continuerò ad usare Netvibes, al quale ho aggiunto i feed di questo blog!

  20. Rossana says:

    Ciao a tutti,
    io utilizzo bloglines… tra l’altro, mi sono trovata misteriosamente già accreditata… Avevano i miei dati!!!! Ho visto che è legato a netvibes… forse è per questo.

  21. Francesca Berengo says:

    Scaricato RSSowl, come da istruzioni. Non ho ancora capito bene cosa farci (a parte seguire le news del tuo blog) ma confido di capirlo in seguito 😉

  22. profdani says:

    Scaricato sia RSSowl che BlogLines mi sembra che funzioni tutto.Ho provato anche a scaricare la versione per Android (sul Tablet), quella non ancora verificata la funzionalità.Vi farò sapere

  23. marina.p says:

    dunque…
    …ho scaricato RSSOwl sul pc ed è andato tutto perfettamente. Poi ho pensato che però sarebbe stato più comodo leggere tutti i vostri commenti al volo sull’Ipad e ho provato a installare Bloglines.
    Grazie ai video del Prof, anche qui tutto bene….ma…qui entra in gioco la mia inettitudine!!! come faccio a importare tutti i commenti e tutti gli articoli? sull’Ipad non ho mica il “tasto destro”! (meno male che non mi leggono i miei alunni).
    Non volendo fare una figuraccia, ho provato a risolvere da sola e, seguendo il consiglio del post numero….non mi ricordo, ho scaricato dall’app store un altro aggregatore. Ma continuo a non capire come importare tutto….
    Abbiate pazienza….

  24. Elettra says:

    Istrtuzioni chiare dallo skipper Andreas !
    Sulla barca gli ordini vengono impartiti e le riposte vengono date ad alta voce.
    Diversamente il rumore delle onde e del vento
    e la distanza tra i membri dell’equipaggio impedirebbero la comprensione.
    Spesso gli ordini sono preceduti da un comando di preparazione: Pronti alla virata!
    Prua sopravento sul mare dei Feed!
    Andreas aspettiamo il prossimo ‘Viro!’

    Buona navigazione!

  25. Andreas says:

    @Sabina #102

    Uso poco iPad in questo periodo e non per aggregare feed. Quindi la mia prima risposta è: non lo so. Ma la seconda risposta è più istruttiva: prendo l’iPad, vado nell’App Store, Primo Piano, e in altro a destra scrivo feed, ne vengono fuori una manciata gratis… provali, giocaci, poi raccontaci…

  26. melamela says:

    Aggiornamento: alla fine casualmente è saltato fuori in bloglines il tasto elimina 😉 Ho fatto “aggiungi contenuto” e creato uno spazio “cMOOC”. A quel punto sono comparsi anche quelli di default che, se selezionati, questa volta hanno il tasto cancella!

  27. Sabina says:

    prof Andreas,
    trovo utilissimo l’uso degli aggregatori che non conoscevo bene. li ho scaricati e li sto usando ma bloglines su Ipad funziona male, a volte i commenti non si aprono, non si leggono… me ne consilgia un altro ? io uso spesso questo dispositivo da scuola ove paso la maggioranza del mio tempo.

    Trovo interessantissimo pure Piratepad e dopo peripezie varie ora ho imparato artigianalmente a usarlo: proverò anche a scuola , ma non subito, per un esperimento nella mia classe di scrittura collaborativa. Ho recentemente provato a tal scopo linoit ma è un po’ macchinosa l’iscrizione anche se per i ragazzi i post sono accativanti.
    per ora grazie, mi riservo per i prossimi giorni la lettura dell’altro post, stasera cedo alla stanchezza post CdC.

  28. Emanuela Zibordi says:

    salve a titt*, ho lo stesso problema di profmaestri “mi sono registrata su bloglines ma non trovo la stessa schermata vista nel tutorial… in pratica non trovo il CANCELLA dipenderà dal fatto che sono in ubuntu? riprovo dopo da XP” io invece sono su Mac ma non c’è il tasto CANCELLA. L’escamotage è quello di segnarli come letti e optare per “mostra solo feed da leggere” Poi eliminare il feed di default cancellando dal campo titolo. Vediamo se funziona così 🙂

    1. Simonetta Sandra Maestri says:

      ciao Emanuela,
      io ero in linux e ho risolto, dopo vari tentativi, con il refresh…. ti auguro che possa funzionare anche con mac… A presto. Simonetta Sandra Maestri

  29. Pierluigi says:

    Nel sovrapporre letture serendipicanti o serendipicative alla necessaria rielaborazione preventiva dei materiali per la lezione di domani e alle riflessioni indispensabili sui BES, mentre tento di modificare l’orizzontalità ordinaria del mio curricolo nella ventura illuminante verticalità, non trascuro i podcast da radiotre, che accompagnano nelle mie percezioni multifocali il ritmo battente della pioggia… Riuscirò domani a dare ragione ai ragazzi di queste giornate infinite in cui, di certo, scarsi sono gli spazi per una vita altra fatta di banale, gioiosamente noiosa, ma talvolta inarrivabile quotidianità familiare?

  30. cristina says:

    ho installato rssowl il mio omputer mi ha chiesto di installare java l’ho fatto ma no riesco ad aprire il programma …. e adesso?

  31. Mariella says:

    Linguaggio comprensibile con supporto di video esplicativi veramente esaustivi ( prevedono anche possibili inconvenienti) … cosa vuoi di più? Impossibile non seguirti! Tutto fatto!

  32. C'era l'H says:

    ok, fatto!
    @Franci g #50: non ero a conoscenza della pagina di FB x salvare i google reader e nemmeno della petizione avviata..;) …lo trovo divertente…
    @ankogi #85: ho scaricato nexFlash x l’Ipad come suggerisci tu e mi trovo bene
    @Andreas grazie dei tutorial, chiari ed efficaci
    C’era l’H

  33. Anonimo says:

    Salve Prof.
    grazie per i suoi videotutorial, sono sicura che il prato si trasformerà in una “piattaforma” organizzata..conoscevo il RSSOwl ma la ringrazio per avermi fatto conoscere anche il sistema on line Bloglines, un modo per avere sempre a portata di mano, ovunque ci si trovi, la gestione dei feed RSS.
    Flavia Mezza
    ps: ho visto che un omonima, quindi mi firmerò Flavia Mezza (da Mezzanotte il mio cognome)

  34. pasinato says:

    io uso il mac. Il sistema RSSOwl è estremamente lento.
    Faccio fatica a trovarlo tra i file, perchè l’icona, quando chiudo il programma, scompare del tutto, anche dalle applicazioni. Devo sempre percorrere una strada tortuosa per reperirlo : alla fine mi sembra che non si aggiorni nemmeno automaticamente.

    1. Andreas says:

      @pasinato #89

      quando entri in RSSOwl, vai in alto e clicca su Aggiorna o Aggiorna tutto. Tuttavia puoi anche modellare il comportamento sulla base delle tue preferenze: vai in Strumenti->Preferenze, quindi Feed e lì puoi decidere la frequenza di aggiornamento e se aggiornare anche ogni volta che avvii il programma. E molte altre cose…

      Imparate ad esplorare gli strumenti senza bloccarsi alla prima…

      L’ho usato anche su mac e ci funziona altrettanto bene. Per renderlo reperibile si fa come per tutte le altre applicazioni sul Mac. Una volta che l’applicazione è aperta, ne trovi l’icona sul dock (quella barra con tutte le applicazioni di uso frequente che sta in fondo a da una parte nel desktop, a seconda di come te lo sei configurato). Clicchi su tale icona con il tasto destro del mouse, poi selezioni Opzioni->Mantieni nel Dock e da quel momento sarà sempre lì.

      La questione della velocità, che hanno tirato in ballo anche altri. Non ha senso pretendere velocità quando non serve. Un’applicazione che accede a internet può essere lenta per una varietà di cause che non è detto che dipendano da essa. E lo spazzolamento di siti internet per il recupero di feed può essere lento ed è una cosa che deve avere luogo come attività in background: faccio partire l’aggregatore, e mentre io lavoro ad altro lui fa buono il suo mestiere, e se voglio lo rifà anche ogni 5 minuti – basta che lo imposti – dov’è il problema?

  35. Anonimo says:

    Bene…. eccomi qui; per ovvi motivi preferisco di gran lunga Bloglines (a proposito, spero di non essere OT, sabato prossimo parto e sarò all’estero per almeno 10 gg…. e Bloglines é un’ottima alternativa dal momento che “per scelta” non mi porto dietro Pc o altre devices ;-))

  36. ankogi says:

    Non ricordo chi ha scritto che l’uso di bloglines su iPad non è proprio il massimo, adesso dovrei rileggere tutti i commenti per indiividuare la persona ma non posso farlo.

    Per l’iPad è consigliabile l’applicazione NewsFlash, gratuita

    Angela Iaciofano

    1. Andreas says:

      @ankogi (Angela Iaciofano) ha ragione. I tablet sono utilissimi ma non è detto che ciò che funziona bene su un pc – anche un mero servizio web – funzioni bene sul tablet. Obiettivamente, non è facile ottimizzare per i due diversi tipi di piattaforma. I servizi web sono progettati soprattutto per i pc. Di solito sui tablet funzionano bene le app progettate per essi, smartphone compresi. Per esempio per aggregare i feed sul Galaxy io uso BeyondPod. Ce ne sono tanti di questi cosi…

  37. Elisabetta says:

    @profmaestri Ho avuto anch’io lo stesso problema (con ipad). se lasci la visualizzazione iniziale (widget) puoi cancellare senza problemi
    ciao

  38. ElisabettaF says:

    Ora ho scaricato RSSOwl, nel contempo ho dovuto scaricare un programma di nome Mipony, devo tenerlo o posso rimuoverlo? Grazie,

  39. Francesco Valotto says:

    Ho riprovato – dopo averlo abbandonato diverso tempo fa – l’aggregatore di feed optando per bloglines perchè mi sposto su 3 diversi PC. Mi ha dato il vantaggio di riuscire a rimettermi al passo con la montagna di commenti che s’era accumulata in una giornata dedicata alla famiglia. Penso però di tornare al mio sistema abituale: sottoscrivo gli aggiornamenti e ricevo tutto su GMail. La posta viene aggregata per oggetto per cui vengono automaticamente divisi i comemnti ai diversi post in serie ordinate temporalmente. L’invio di wordpress inoltre ha il vantaggio non indifferente del tasto “Rispondi”: con il feedreader mi è mancata questa possibilità di reazione immediata: mi ero ripromesso di rispondere ad alcune domende, ma arrivato in fondo non ricordo più a quali!!!!
    Non rientra nella mia struttura mentale appuntarmi le cose per poi lavorarci in seguito: ho bisogno dell’azione immediata, anche quando scrivo software. I miei PC e le mie scrivanie sono piene di TODO List perse sotto chili di cartaccia che torneranno fuori quando saranno divenute assolutamente inutili! Per lo stesso motivo rabbrividisco all’idea del diario prof.: posso provare a farne uno esclusivamente mentale?! Magari quando sarà più chiaro il senso del blog personale ci ripenso….

    1. Andreas says:

      @Francesco Valotto Questione diario. Alla fine in un percorso del genere niente è obbligatorio, eccetto che per coloro che pensano di volere i CFU finali, e di questi parlo ora qui sotto.

      Con classi di una ventina di studenti è molto più facile, ma qui alla fine sarà cruciale che io abbia dei riferimenti da cui partire per verificare il percorso. Vale comunque il buon senso. Per esempio, uno fa metà percorso senza scrivere nulla, poi alla fine scrive e siccome gli riesce ricostruisce la traccia a posteriori, benissimo.

      Comunque ritornerò altrove sulla questione del diario.

  40. Gianni says:

    Ho fatto i compiti e votato, ma…..farò una domanda forse im/pertinente
    Con entrambi gli aggregatori ho le liste sia degli articoli che dei commenti, ma “ovviamente” sevono solo a visualizzare.
    Nn posso anche postare, giusto?
    Cmq, c’è una funzione “avvertimi” o devo ricorrere alla notifica via mail invece che all’aggregatore?
    Nn ho mai usato questo strumento, quindi mi sento un “niubbo”, ma nn esito a dichiararlo

  41. tizi says:

    Scaricato RSSOwl, seguito le istruzioni e mi sembra tutto a posto. Vado a correggere un po’ di compiti felice di aver eseguito i miei.

  42. profmaestri says:

    Nel sondaggio precedente ho indicato l’uso di Windows ma in realtà lavoro contemporaneamente anche con Ubuntu e Ipad. Ho capito bene se, in qs caso, l’aggregatore più adatto è Bloglines? Grazie per la risposta Prof. Andreas: Simonetta

  43. mario says:

    Mi piace tantissimo la similitudine con il prato … peccato che il cattivo tempo di questi giorni non permetta di verdeggiare.. ma basterà forse il periodo del corso per lussureggiare un pò tutto? Vedremo!

  44. Angela Iaciofano says:

    Rientro adesso dal fine settimana
    Compito eseguito, ho scelto Booklines, usavo GReader
    Bello trovarsi in un campo, se mi assicurate che il pulsante *pioggia* è nello stato OFF ed il pulsante *sole* è ON, mi sdraio sul prato con lo zaino sotto la testa e ci resto fino alla fine del corso 😉

  45. claudia says:

    Ciao a tutti.
    Mi sa che, o siete tutti più avanti di me, o il mio vecchio Vista arranca.
    Quando provo ad installare Java mi dice “File corrotto”
    Che si fa?

  46. Andreas says:

    @Alessandro Visigalli #59

    No, non è troppo tecnico, considerato che pare ci siano 9 linuxbox da queste parti

    Al minimo:

    cd ~
    o dove vuoi te
    unzip rssowl-2.1.2-italian.linux.x86_64.zip
    cd ~/rssowl
    ./RSSOwl

    La roba sua la trovi in ~/.rssowl2/

  47. alessandro says:

    Ho cominciato ad usare Feedly e mi trovo veramente bene. Preferisco avere un servizio web per poter accedere da qualsiasi postazione. Vedrò, eventualmente, se passare agli strumenti suggeriti nel caso avessi dei problemi.

  48. Ivette says:

    Posso chiedere aiuto a qualcuno del mio villaggio!? Ho un problema con BlogLines che non riesco a risolvere con le indicazioni del video: quando devo copiare “Tutti gli articoli” non è attivo il “copia” ma il “copia collegamento” (perché?)…non vedendo scelta, clicco (tasto destro) su “copia collegamento”…quando poi clicco su “aggiungi contenuto” (a “i miei feed”) non è attivo l'”incolla” (perché?) ma “incolla collegamento”… clicco (tasto destro) su “incolla collegamento” ma non succede nulla…non mi copia nulla…se qualcuno mi illumina…grazie!

  49. Manuela says:

    Alcune settimane fa, saputa la notizia della chiusura di google reader, ero passata a Feedly, Può andare bene lo stesso?
    Ho provato a registrarmi a bloglines ma non riesco a terminare la procedura… preferirei non installare niente nel pc perchè è veramente instabile e troppo pieno..,.

  50. Danielal says:

    Ok ce l’ho fatta anche se non so come. Meno male sono riuscita a scaricarli tutti e due. Ad un certo punto ho anche perso google chrome e l’ho dovuto reinstallare!!!!!

  51. milena says:

    Mi sono registrata su Bloglines, seguendo le indicazioni del tutorial di Andreas.
    Tutto OK.
    Spero di capire meglio come fare a non perdermi nella foresta dei commenti.
    Farò un po’ di tentativi di esplorazione, ma ora, approfittando del primo raggio di sole di questa primavera ritardataria, uscirò un po’ con mio marito (ahi, ahi…nel frattempo si è addormentato sul divano! )

  52. laura says:

    @Rosedawn #35 è successo anche a me. Ho risolto chiudendo e riaprendo il programma. Si è aggiornato, riavviato e mi ha consentito di caricare i feed. Probabilmente abbiamo saltato un passaggio.
    lp

  53. Franci G says:

    Sono molto arrabbiata per la chiusura di greader. Lo uso dal 2006, quando m’invitarono ad aprire un account su gmail e quindi un account google. Salterà certamente fuori un’applicazione del menga per tablet, ovviamente a pago (la stessa cosa, si sa, sta per accadere per I-google: vuoi personalizzare? Pagati le features!) Secondo me stanno prendendo un abbaglio: lo zoccolo duro degli utenti google erano gli amanti dell’open source e della diffusione libera di conoscenze in rete. Buttandosi in modo esclusivo sul commerciale allontanano i fedelissimi e s’imbarcano su una strada in cui se il mercato ti gira le spalle sei finito. E’ il declino di google. (Non che apprezzi facebook, però.. : https://www.facebook.com/savegooglereader?fref=ts)

  54. roberta says:

    Ciao Andreas e ciao tutti.
    Torno qui volentieri dopo quasi due anni, nei quali ho comunque tenuto d’occhio il lavoro del prof. Formiconi maturando nel contempo un generale interesse nei confronti dei MOOC nelle loro varie configurazioni.
    Ho approntato il mio diario-pad http://piratepad.net/ep/pad/view/ro.FquPz0SExoU/rev.715
    che in seguito riverserò, in parte, e se sarà il caso, nel blog. Sono indecisa sul blog da utilizzare, se il vecchio notanative o uno nuovo.

    Agli scettici e a chi ha fretta vorrei dire di aspettare, ché ne vale la pena. Non sarà un cammino chiaro e semplice e ben delineato, rassicurante. Sarà un percorso non del tutto prevedibile nel quale le digressioni vengono viste come un’opportunità e non come un fastidioso impaccio al proseguimento della “lezione”. Ma non si può descrivere. È più un “essere” che un “fare”.

  55. annaquacq says:

    aggregatore… oramai non hai scampo! Ho installatato RSSO solo perchè era il primo; vedrò se installare anche l’altro.
    La domenica si preannuncia tecnologica. Meno male che non ho compiti da correggere….
    Commento: questo “prato” mi piace perchè non mi sento inadeguata rispetto a tanti che sono più avvezzi alla tecnologia. Bella sensazione!

  56. Gabriella Mondelli (@gabry1983) says:

    Ciao a tutti!

    Io è da circa un mesetto che sono passata dal mio amato Googlereader a Feedly (http://www.feedly.com/)
    Mi trovo abbastanza bene…(l’accesso e facile con le credenziali del mio account Gmail), lo uso sia su pc che tu smartphone Android, e anche con l’app mi trovo molto bene!
    Consigliata! Ma adesso vado a documentarmi su RSSOwl e Bloglines che non avevo preso in esame!

    Buona domenica
    Gabriella

  57. Paolo Del Chiappa says:

    davvero grazie Andreas … un rarissimo esempio di come un Professore Universitario … Vero! riesca a suscitare Emozione e ricerca di Professionalità nei suoi discenti!
    Emozione! una cosa Rara
    un Abbraccio a Tutti

  58. moocoholic says:

    mookie dice: ciao mutanti, pronto ad andare avanti, ma aspetto tranquillamente la comunità, provato piratepad ma per ora scrivo il diario in locale con blocco note intanto si può importare in piratepad in qualsiasi momento, giusto? installato il Gufo (rssowl) che mette un po’ di ordine in queste lunghe stringhe di commenti, meglio perché sennò ti tira scemo l’interfaccia, sono anch’io sospettoso di google i cui tentacoli ormai invadono ogni angolo e ormai vado in giro dicendo che sarà google che ci sepellirà, una bella morte comoda però….non so se ho voglia di distendermi a terra a dormire con la testa su un blocco di legno…magari sono abituato male 😉

  59. rosedawn says:

    Ho risolto con Bloglines e ho organizzato i contenuti. Però mi farebbe piacere sistemare anche RSSowl. Quindi rimango in attesa di un aiuto, grazie. Ora vado a correggere compiti. Buona domenica a tutti.

  60. giroxia says:

    scusate l’anonimato:
    Anonimo
    Inviato aprile 7, 2013 alle 10:10 am | Permalink

    Benissimo,
    grazie dei posto esaustivi e dell’approccio. Trovo molto bello l’equilibrio con cui si cerchi di mediare con chi è super esperto e cerca di mettere troppa carne al fuoco. Oggi è domenica e magari è giorno di grigliate. Un abbraccio

  61. Anonimo says:

    Benissimo,
    grazie dei posto esaustivi e dell’approccio. Trovo molto bello l’equilibrio con cui si cerchi di mediare con chi è super esperto e cerca di mettere troppa carne al fuoco. Oggi è domenica e magari è giorno di grigliate. Un abbraccio

  62. lucia says:

    …bloglines: registrata e inseriti i feed degli articoli e dei commenti! decisamente più organizzata la ricerca delle nostre “cose” sparse sul prato 🏈 🎸🚲⛺🐞🐾🐾🐾buon lavoro a tutti a presto

  63. Flavia says:

    Utilizzo da molto Bloglines e mi trovo bene, l’ho adattato a me: ho lasciato ciò che mi interessava, praticamente nulla e ho inserito i cassetti personali, attualità, scuola, cucina, cyberspazio (linf12 e itis13) così posso seguire i post senza ammattire!

  64. Emanuela Pulvirenti says:

    Una volta avevo attivato quello di Safari ma il fatto di conoscere continuamente tutti gli aggiornamenti a cui mi ero iscritta non mi faceva più scollare dal computer, stava diventando una mania!
    Magari per ora riattivo quello, giusto per non avere troppi programmi sul computer… sperando anche di riuscire a gestire i feed con un certo distacco 😉

  65. rosedawn says:

    primi problemi. ho creato le cartelle dei feed per i post del prof e per i commenti ma non carica i messaggi. Sull’icona compare una croce rossa. che devo fare? cosa può essere successo. Nell’installazione non ci sono stati problemi.

  66. Lisia says:

    Salve prof, mi sono riaggregata di nuovo, ho seguito le istruzioni dei video, naturalmente il pc mi ha chiesto di scaricare java virtual machina, menomale che avevo a disposizione le sue chiarissime indicazioni e tutto è filato liscio. rispetto all’aggregatore di linf12 avevo saltato un passaggio, non avevo cancellato le cartelle già presenti, adesso ho solo le sue, le nostre cartelle, tutto è più fruibile..grazie

  67. marina.p says:

    Ragazzi, é bello vedervi giá sistemare il prato!
    Io mi sento come una di due anni che sul prato non fa che….cadere! (Peccato che di anni ne abbia 51 di piú…)
    Peró mi rialzo!
    Ieri ho usato per la prima volta piratepad e ho fatto un pasticcio, ma ieri sera ho rimediato, grazie ai suggerimenti del Prof. Prima di combinarne un altro (magari fossero quelli del forno…) chiedo: posso scaricare RSSOwl sull’ IPad? Normalmente lavoro sul portatile, ma per leggere al volo tutto quanto sarei molto piú comoda con il tablet…
    Grazie! ☺

  68. laural3 says:

    @andreas
    prof io avevo già RSSO e avevo seguito il suo procedimento a dicembre, avevo una cartella linf12 dove mi comparivano gli aggiornamenti. nn ho fatto nulla, però mi compaiono ora tutti gli aggiornamenti di itis13 (ovviamente la cartella è legata all’indirizzo) 1 domande
    1 devo fare qualcos’altro?
    2 ho dei blog che avevo aggiunto per conto mio e che mi piace seguire, posso organizzare gli “scaffali”? Come?

  69. antonella coppi (@fiora55) says:

    @antoR sicuramernte sì,mi piace l’idea del vecchio mulino e condividere sia le ricette che una bella tavolata,ci sto!ma lo sai che la mia nonna aveva una trattoria nel mulino di famiglia ed era conosciuta da tutti come ” la Mugnaia “.. mi sto chiedendo se si potrà ripetere la storia 😉 Buona domenica !!!

  70. Daniela says:

    Prof, le avevo citato Quel Tizio, “la terra è di chi la calpesta”…
    Ecco fatto il mio primo passo, ma al calpestare non ci ho mai creduto. La terra si ama, per lei s’imparano nuovi linguaggi, così da poter entrare in nuovi villaggi.
    Web feed, la mia prima parola 😉

  71. antoR says:

    feed attivati, lavatrice avviata, diario…da completare: troppe emozioni da descrivere!
    Vado a riposare il cervello…
    p.s.
    antonella coppi (@fiora55) ho visto ai confini del prato un vecchio mulino: porta le tue ricette da me che, vista l’ora, mettiamo su un bel forno per il villaggio!
    Che ne dici prof. cominciamo a costruire?
    😉

  72. erricamar says:

    Caro Proff, mi sono aggregata! Mi è dispiaciuto cancellare i Feeds del linf12, è stato un po’ come salutare il percorso ancora… Poi mi sono accorta che ci sono 50 post, e allora vedo ancora il linf

  73. antoR says:

    ???Stuzzicanti dici???? Avevo appena cominciato la mia pagina del diario…Occhi cespugliosi: al lavoro!
    p.s.
    prof. grazie dei video…non avrei sopportato una lunga lettura a quest’ora!
    grazie anche dell’avviso su google reader.
    Non ho idea di cosa ci abbia buttato dentro e ne ho approfittato per archiviare tutto: in 691MB da scaricare ci sarà pure qlc di importante!
    😉
    AntoR

  74. M. Antonella says:

    Ho scaricato RSSOwl., ma ho ancora sulla barra orizzontale Google reader che abbiamo usato nell’altro corso…
    Che cosa devo farne, Andreas??? Lo elimino???

  75. giovanna says:

    visto il video su come scaricare RSSOwl . questo lo faccio domani.magari faccio come maria luisa e li provo tutti e due quello in locale e quello sul web. Certo quello sul web mi offrirebbe il vantaggio di poterlo usare dappertutto….
    ora devo scrivere il diario.
    notte

  76. Robertalinf12 says:

    Ho provato con RSSOwl (avendo sempre usato prima google reader): installazione ok ma quando apro di destro finestra tutti gli articoli non esce copia indirizzo e se faccio copia collegamento il RSSOwl mi rimanda alla scelta ad esempio da google o twitter o altro per il feed. Cosa faccio?

  77. Mariantonietta says:

    Fortuna mia,in linf 12 ho utilizzato Google reader ma soprattutto RSSOwl. Momentaneamente sono ok quindi. Ma voglio provare cob BlogLines! Vi faro’ sapere…

  78. antonella coppi (@fiora55) says:

    Anche per me è una notizia terribile la chiusura di Google reader….non lo sapevo!!!!grazie per averlo scritto,devo correre ai ripari per il mio blog di cucina!appena possibile proverò Bloglines,poi vi faccio sapere….buona serata da Antonella coppi

  79. vincenzo bitti says:

    Che notizia ferale….Google reader verrà disattivato non lo sapevo!!! Corro a trasferire tutto da qualche altra parte su Bloglines come consigliato dal Prof.. , anche io preferisco avere tutto su Internet… sulla nuvola!!

  80. Anonimo says:

    Sí le metafore del villaggio, del prato pieno di boy & girl scout accampati sono davvero meravigliose! E ora a guardare i video!

  81. Lisia says:

    Sì, il prato, le tende, gli zaini, prof la sua fanta-narrazione è splendida, non sarà mica quella che ci tiene incollati qui? Perchè no!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...