CHOCOLAT 3B Podcast – #ltis13

Locandina del connectivist Massive Open Online Course: Laboratorio di Tecnologie Internet per la Scuola - #LTIS13

Logo feed in salsa podcasting

Prendete un aggregatore e usatelo con feed riferiti a contenuti diffusi periodicamente da una fonte qualsiasi, come ad esempio i programmi di una radio: avete fatto un podcast.

Etimologia controversa:

1) Personal On Demand broadCASTing [1]

2) iPOD broadCASTing

Adottate quella che preferite, l’importante è che abbiate afferrato il concetto: se non vi è chiaro costruitevelo intorno all’idea di matrimonio fra radio e internet.

Nel video seguente un esempio concreto.


CHOCOLAT 3B Podcast

La seconda persona che si è iscritta a questo laboratorio, il 3 aprile,  è Luca Piergiovanni – Ma che ci fa qui, ne sa più di me! – ho subito pensato. Ma una frazione di secondo dopo: – Fermo! Che fortuna!

Il luogo è quello della condivisione delle pratiche didattiche, uno dei fondamentali di questo villaggio. Si introduce qui, grazie a Luca. Vi affido al suo sito. Esploratelo.

testata del sito chocolat 3b podcast di luca piergiovanni


[1] Broadcasting: radiodiffusione, telediffusione.

87 thoughts on “CHOCOLAT 3B Podcast – #ltis13

  1. luigi1957 ha detto:

    conosco bene Luca… ho fatto con lui un percorso di formazione proprio sul podcast … l’ho rivisto ultimamente per un corso la mio collegio docenti …. è veramente un bravo insegnante; ha passione; cerca e studia …
    quando ho fatto il corso con lui avevo lasciato una traccia sul suo blog …
    siamo vicini di paese e di scuola …
    a presto …

  2. Pingback: esperienze77
  3. rita ha detto:

    Molto interessanti le proposte di Luca: una fonte inesauribile di idee dalle quali prendere spunto!.
    Ho fatto il mio podcast di Fahrenheit (che di solito posso godermi solo in estate!) e funziona.

  4. dallomo antonella ha detto:

    Anch’io non conoscevo Chocolat 3B e adesso l’ho inserito nei preferiti e nei feed. Conoscevo il podcast come tecnica di lavoro, anche se non l’ho mai praticata personalmente. A giudicare dai commenti di chi lo usa, è eccezionale, può fare miracoli nello sviluppo della didattica, quindi utile nell’insegnamento.
    Io sono amministrativa e insegnante solo a tempo perso e se mi capita l’occasione (che vuol dire che più che insegnare osservo ed esploro il mondo dell’insegnamento).
    Questa condizione prima lo era per caso, ora probabilmente lo diventerà per scelta.
    Grazie delle vostre testimonianze, odio il protagonismo fine a se stesso sulla rete, come nella vita reale, ma qui mi sembra che davvero tutti stanno a proprio agio, mi piace, e poi passo dopo passo sto arrivando a compilare il compito iniziale principe, quello di aprire il blog per il nostro villaggio.
    Penso che userò noblogs, ma qualcuno mi sa spiegare le differenze tecniche di ognuno? Io da profana li trovo equamente validi, quelli suggeriti da Andreas…(blogger- wordpress e noblogs). Dico bene? grazie

  5. nadiamoretti ha detto:

    Troppo interessante questo argomenti dei podcast. Non ho mai utilizzato i podcast in classe (classi di italiano L2), ma penso potrebbero essere utilissimi. Conoscevo il progetto Chocolat 3B, ma non avevo mai visitato il blog… molto interessante! Mi piacerebbe provare a creare dei podcast con la classe, ma 1. non so da dove cominciare, 2. ho letto della strumentazione occorrente e mi è venuto un colpo! 😉
    Comunque, grazie a tutti per le indicazioni… spero di riuscire a combinare qualcosa, prima o poi…

  6. nadiamoretti ha detto:

    Incuriosita da Duck Duck Go, mi sono permessa di cercare un po’ cosa fossero i “motori di ricerca alternativi”. Ho trovato delle cose a mio avviso interessanti… magari possono servire anche a voi:
    http://www.geekissimo.com/2008/05/08/non-si-vive-di-solo-google-7-motori-di-ricerca-alternativi-da-prendere-in-considerazione/
    http://seoblog.giorgiotave.it/motori-di-ricerca/1647
    http://www.bisontech.net/uncategorized/esiste-un-alternativa-a-google-i-10-motori-di-ricerca-indipendenti-migliori.html#sthash.wCiJePo1.dpbs

    Io mi sono appuntata alcuni di questi motori di ricerca e proverò a sperimentarli… a volte anche su Google si trovano delle risposte non completamente soddisfacenti…

  7. Anonimo ha detto:

    Riporto la sintesi che mi ha ” colpito” di più per rimarcarla….

    … siamo qui per sporcarsi le mani
    siamo qui non per imparare a vietare
    ma per accompagnare e mostrare
    e soprattutto imparare a vedere il buono
    perché stranamente nel nuovo
    i più vogliono vedere il male
    ma il mondo lo portano avanti
    coloro che sanno discernere il buono
    o che lo costruiscono
    coloro che vietano e proteggono
    diseducano

    …è per questo che mi sono buttata anche in questa esperienza…per poter dare di più…conoscendo di più…ma che fatica! Qui sono tutti bravissimi e parlano ” in cinese” per me!

  8. Paolo delchia ha detto:

    in questo periodo non ho molto tempo e sono oberato dai messaggi di questo virtuoso corso 🙂
    AVREI INNANZITUTTO BISOGNO DI UN AIUTO … posso cliccare unsubscribe dalle e-mail della mia posta personale proseguendo solo con RSSOWL senza nessuna negativa conseguenza? grazie a chi mi vorràconfermare. un abbraccio. paolo

  9. Luca Piergiovanni ha detto:

    @vincenzobitti #55 Scusami Vincenzo, ho avuto troppa fretta. Ho fatto caso ora che gli ultimi podcast di “Cuore di Tenebra” risalgono a dicembre 2012…comunque il secondo link ti sarà utilissimo 🙂

  10. Erica Angel ha detto:

    Stare al passo del villaggio è a dir poco faticoso, siete iper-produttivi, per controllare tutti i siti che proponete dovrei darmi malata ma visto che lavoro in proprio sarebbe controproducente, così per salvare capre e cavoli memorizzo tutti i link, senza perderne nemmeno uno, in un documento, avrò lavoro per tutto l’anno, comunque grazie a tutti, siete iper-stimolanti.
    Ciao Erica 🙂

  11. Flavia ha detto:

    Questo villaggio mi piace sempre di più … c’è sempre qualcosa da prendere e mettere in borsa ad ogni vicolo. C’è pure il megastore del baratto. Grazie a tutti 🙂

  12. uliram67 ha detto:

    Anch’io sto seguendo questo percorso grazie a Luca Piergiovanni. Conosco Chocolat 3B e ho avuto modo di condividerlo con i miei alunni. Ci siamo cimentati anche noi nella realizzazione di un podcast con risultati piú modesti.
    Lucrezia

  13. Mariano ha detto:

    … vi segnalo la mia presentazione broadcast/podcast – spingere (push) o tirare (pull) ?
    broadcast – push – informazione che qualcuno spinge verso di me
    podcast – pull – io che cerco le informazioni che mi servono, e le tiro verso di me
    il push ha bisogno del potere, il pull del sapere…

  14. ori85 ha detto:

    Domandona…che per voi sarà banalissima per me non lo è affatto e che esula anche un pò dal post…per fare i tutorial video e far vedere il proprio schermo, che programmi posso usare?? Mi si è “aperto un mondo” :-), 5 giorni fa questa non sarebbe rientrata tra le mie opzioni possibili!

  15. giroxia ha detto:

    @Luca Piergiovanni,
    hai suggerimenti su podcast per ragazzi con disclessia di prima superiore; vorrei proporre molte alternative possibili alla lettura, loro dolore.
    🙂 Grazie

  16. Luca Piergiovanni ha detto:

    Grazie a tutti per i complimenti e grazie al mitico @Andreas che ha condiviso il mio lavoro.
    Caro @GranDiPepe #1, se passi da Uggiate Trevano mi potrai trovare a passeggio col mio cagnolino Miele 🙂 Cmq scrivimi pure e ti giro un po’ di materiale.
    @gabry1983 #7 sono un prezzemolone!
    @Claude Almansi #26 Hai fatto bene a riproporre l’intervista a Riccardo: a me manca tanto il suo entusiasmo!
    @Flavia #36 ottima iniziativa, complimenti. Sai che ho un progetto interprovinciale col quale gli studenti, dopo aver seguito un corso di lettura ad alta voce e di registrazione al microfono, producono “libri parlati” che le biblioteche poi danno in prestito tramite iPod ai loro utenti. Specialmente ipovedenti, stranieri e tanti alunni DSA. Ma la cosa più bella è che gli studenti DSA stanno cominciando a non far più da fruitori, ma anche da “produttori”: registrano loro i libri!!!

    Vi consiglio il podcast “Cuore di tenebra” di Radio3Rai a tema storico. Lo uso con gli studenti prima di produrre poi noi podcast storici.
    Una risorsa incredibile è iTunes U, dove trovare una miriade di corsi universitari da ascoltare o vedere sul proprio dispositivo. W l’apprendimento in mobilità 🙂

  17. Mara Masseroni ha detto:

    Ottimo rai3 posdcast. Già acchiappati podcast nel mio aggregatore da usare con i miei studenti. Mi piace bloglines! 🙂
    Mara

  18. milena ha detto:

    11/4/2013, ore 00,19
    Un’altra segnalazione interessante di Andreas… con il mio aggregatore di feed ho creato il mio podcast. Un passo alla volta, comincio a percorrere questo nuovo sentiero che alterna salite e discese, ma che, ad ogni svolta, mi sorprende con paesaggi inaspettati. 😉

  19. Anonimo ha detto:

    ciao, credo di avere fatto casino! Ho aperto RSSOwL e vi ho trasferito gli indirizzi dei post di Adreas e dei vari commenti. Fin qui tutto ok. Ho aperto uno dei post di Andreas e l’ho eliminato. Domanda : come faccio a reinserire solo il post che ho eliminato? So che lo posso trovare altrove, ma è nel “mio” RSSOwL che lo voglio.Grazie a chi mi aiuterà.

  20. Robertalinf12 ha detto:

    Bene dopo aver installato quik time, adesso mi sono scaricata uno dei miei programmi radio preferiti:un giorno da pecora. L’anziano Sabelli è esilarante.Alle due compagne di viaggio dei post precedenti…a ri notte (per la terza volta stasera)!

  21. Lisa ha detto:

    @Flavia: anche se ti nascondi dietro l’anonimato ti ho riconosciuta 😉 è più forte di noi…nonostante tutto, il richiamo del gruppo sfida sonno, stanchezza e impegni…adesso tu finisci il verbale e io faccio nanna!!!

  22. Anonimo ha detto:

    Dopo una gionata molto pesante a scuola, un verbale da fare e una videolezione IUL alle spalle, non ho resistito a fare una capatina al villaggio per leggere le ultime novità! Il podcasting lo trovo di una ricchezza incredibile per la scuola e non solo. Avendo in classe molti alunni DSA ho pensato di fare un podcast con il lobro libro di testo così i bimbi con i loro ipod possono ascoltarmi mentre leggo le pagine del testo autonomamente da casa, senza aver più bisogno di un adulto che legga per loro, di volta in volta trovano le nuove pagine caricate automaticamente. Il sito Chocolate 3B lo conoscevo, molto bello davvero! Complimenti a tutti.

  23. Anonimo ha detto:

    Dopo una giornata pesante con videolezione IUL terminata poco fa, un verbale da fare, non ho resistito e ho fatto un salto al villaggio per leggere le novità. Trovo il podcasting uno strumento molto utile per la didattica: nella mia classe ci sono molti alunni DSA e quindi ho pensato di fare un podcast col loro libro di scuola, con il loro ipod gli alunni si scaricano le puntate che corrispondono in genere alle pagine o ai capitoli così possono essere autonomi a casa nella letura del libro di testo. Il sito Chocolat 3B lo conoscevo, molto bello, complimenti 🙂

  24. C'era l'H ha detto:

    MI piace molto il sito di Chocolat 3b, ganzo! Bravo Luca!
    @Alessandro Visigalli #4: non ho saputo resistere alla tentazione di ascoltare Elio e il de bello gallico e quindi ho cercato nell’archivio dei podcast e ho scoperto un mucchio di argomenti disparati, ma non ho trovato come sottoscrivere il feed…dove lo trovo?
    @Laura #12: grazie per il link che hai messo, lo trovo molto utile!
    @Giacolo #24 : nooooo…Andreas col “Codino” che dice di essere stato uno “studentaccio” mi mancava proprio…. 🙂

    C’era l’H

  25. marina.p ha detto:

    ehm…non sapevo neanche cosa fosse un podcast (come del resto non sapevo cosa fosse un feed!)…
    Adesso lo so e soprattutto chocolat è stupendo! Grazie per averlo fato conoscere!
    (ho anche visto che fanno corsi per gli over 60 analfabeti digitali: se non riesco ad arrivare alla fine di questo corso…..ho delle speranze per il futuro!!)

  26. Manuela ha detto:

    Sito molto interessante questo Chocolat 3B, complimenti ! Mi prenderò del tempo per esplorarlo tutto..
    intanto mi sono abbonata ai feed sia di questo sito che ad alcune trasmissioni di rai 3

  27. Claude Almansi ha detto:

    Grazie, Andreas – tra le ricchezze di Chocolat 3B: l’intervista fatta da un’allieva di Luca Piergiovanni a Riccardo Rivarola, “Prof senza registro” ed ideatore del progetto “Pinocchi nella rete”, purtroppo morto troppo presto. Quel che diceva in quell’intervista rimane attuale, e pertinente anche per questo cMOOC #ltis13, credo.

  28. Sandramtt ha detto:

    Grazie mille!! Ho trovato il podcast e con l’aiuto di Graziano Blogline.
    I tuoi suggerimenti Andreas sono preziosi, ma all’inizio ero così confusa…
    ma ora mi sto organizzando.

  29. Robertalinf12 ha detto:

    Salve a tutti. Fatta l’operazione richiesta non si riesce a sentire perchè mi compare la finestra in cui si informa che non c’è installato quik time.Ma è gratis facendo il download sul sito? Grazie a che mi risponderà…

  30. antoR ha detto:

    Ah… i podcast ( faccia sognante) registrati faticosamente, cercando di convincere i professori curriculari che il ragazzo con bisogni speciali che seguivo, aveva BISOGNO dell’audio come noi della traccia scritta…chissa in quale parte di aere sono andati a finire…quando ho cominciato a capire come strutturare un blog mi sono persa nella ricerca disperata di quel lavoraccio…bravo Luca che hai saputo organizzarli con la classe…a trovarne di Prof come te!!!
    p.s.
    grazie Andreas che mi hai insegnato come tenerne traccia: finalmente posso cominciare a metter ordine nel mio caos!
    😉

  31. profnatale ha detto:

    Ma questo è il famoso chocolat di cui avevo già letto tanto e che avevo gia analizzato per mio conto con l’idea di usarlo prima o poi con i ragazzi. Complimenti vivissimi a Luca Piergiovanni e al prof, Andreas che ce lo ha ripresentato.
    Patrizia

  32. Anonimo ha detto:

    Wow! I Podcast della BBC! Drama of the week, già messo in saccoccia (sia su rssowl che su bloglines). Fortissimo, c’è l’imbarazzo della scelta. Quante idee da portare in classe!

  33. Alessandro Visigalli ha detto:

    Grandiosa trovata il podcasting!!! Appena posso sento la radio su Internet e devo dire che negli anni ho trovato anche molti spunti sia per “intrattenere” Giovanni (mio figlio, che ha quasi 10 anni ed è curioso di… tutto!) che per fare lezione ai miei studenti. Segnalo questo indirizzo http://www.alleottodellasera.rai.it/ una trasmissione di radio2 che propone i temi più disparati e a volte li affida a non-esperti d’eccezione (ad esempio Elio che legge il “De Bello Gallico”)
    ciao a tutte/i
    AV

  34. paola ha detto:

    Caro Andreas, cari tutti. Solo ieri sera stavo per mollare, eliminare la sottoscrizione, per disperazione. Devo essere sincera: mi sentivo sopraffatta da tutti ‘sti messaggi, tutte ‘ste notizie…. mi cominciava a sembrare un manicomio. PERò ho appena cambiato idea! Disattendendo i consigli, mi sono scaricata gratis un aggregatore di feed dall’appstore (RSS notifier); subito ho sottoscritto le notifiche per iamarf e, delizia delle delizie, meraviglia delle meraviglie….. alcuni feeds della mia amatissima radio tre!. ORA COMINCIO AD APPREZZARE TUTTO questo che mi stava sembrando un manicomio. Da quando vi seguo, ho appreso alcune cose interessantissime, che mi fanno sentire meno analfabeta. Continuo ad avere la sensazione di ansia per l’eccesso di parole e notizie da gestire, ma l’ansia si sta trasformando in una sensazione più positiva.

  35. GranDiPepe ha detto:

    Uggiate Trevano??? … ma costui è veramente un mio vicino di casa 😀
    e pensare che quando si dice “rete” si pensa che quelli bravi chissà dove stanno di casa… ho già guardato e ovviamente l’erba del vicino è sempre più verde ma … andrò a chiedergli come fa, magari gli chiedo consiglio, oppure mi offro di affiancarlo quando semina-concima-arieggia il prato, così facendo-imparo. Che sorpresa! che opportunità!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...