#loptis – La bacheca

Rimane sempre in cima, i post iniziano sotto

 


Iscritti alla newsletter: 562
di cui iscritti dopo il MOOC #ltis13: 178



Per i nuovi arrivati impazienti, in estrema sintesi:

  1. Iscriversi al laboratorio con questo modulo
  2. Iscrivere – anche successivamente – il proprio blog, con il modulo in fondo al post Apriamo il blog

Che sta succedendo?

In dicembre-gennaio le attività sono concentrate sull’insegnamento di Editing Multimediale per il III anno del Corso di Laurea in Metodi e Tecniche delle Interazioni Educative della Italian University Line.

Per quanto riguarda la PirateBox, in collaborazione con un gruppo di studenti di Informatica e dell’ISIA, stiamo lavorando a una rivisitazione delle funzionalità e del design, cercando di rispondere ai feedback dei partecipanti all’iniziativa PirateBox (citata qui sotto) nonché di allargare lo spettro di utilizzo di questa tecnologia.


Lavori in collaborazione

  • Il 28 giugno scorso ha preso le mosse l’operazione “PirateBox in classe”. La PirateBox è un un piccolo e economico router che consente di realizzare una rete privata per la condivisione locale di risorse. L’iniziativa in questione si focalizza sulla condivisione dei materiali didattici in classe. I dettagli nei relativi post. Fino ad ora ho fabbricato e distribuito 40 PirateBox.
  • Traduzione collaborativa di un articolo sull’espansione della zona di capacità riflessiva di un gruppo di insegnanti – completata ma perfezionabile (21 febbraio 2014).
  • Raccolta di pratiche tecnologiche a scuola – pagina wiki

Per gli studenti di Editing Multimediale #edmu14

In questo momento non sono in aula in http://www.iuline.it


Le domande generiche sul laboratorio possono essere poste commentando questa bacheca.

109 thoughts on “#loptis – La bacheca

  1. fbartoli ha detto:

    #Mappa dei blogs. Rispondendo a qualche richiesta pervenuta per essere abilitati a modificare la mappa (argomento in fase di esplorazione) e riflettendo, sia a livello consapevole che, evidentemente, sub o in-conscio (vistoche l’illuminazione mi è arrivata al risveglio alle sei del mattino), su possibili ‘stratificazioni’ dei blog in livelli che abbiamo insieme un nesso logico e possano risultare di una qualche utilità all’utente, oltre che di bell’aspetto che non guasta… Pensavo ad una suddivisione per chiamamoli così ‘gruppi di interesse/lavoro’ più che per tag – che risulterebbe piuttosto dispersivo oltre che di difficile realizzazione (ognuno si interessa di più cose ed è difficile stabilire priorità valide e permanenti) e tuttosommato inutile. Come passare dal dire al fare? Credo, al momento (la mia conoscenza dello strumento è fresca fresca di corso, nel bene e nel male..), che la cosa più pratica sia operare sul foglio elettronico già condiviso su google drive: è aperto a tutti, si può commentare, tutti lo si vede dal vivo e si può anche pasticciare tanto conserva le versioni precedenti, ci sono comunque più copie dei file e ognuno, se vuol proprio provare a pasticciare, può creare una copia del file sul suo google drive, per sicurezza. Per quanto ho capito le mappe sono praticamente private come default per ciò che concerne la modifca dei dati, accessibili a tutti coloro che hanno, conoscono ho trovano il link navigando e disponibili anche per smanettarci, variando le visualizzazioni a piacere ma senza poter modificare. Tutto sommato visto il numero già elevato dei blogger non sarebbe neppure pratico abilitare tutti a operare direttamente sulla mappa. Sul foglio dati, su gdrive, che poi viene importato dalla mappa si può agire più liberamente per inserire le informazioni che. Al momento almeno, io potrei incaricarmi di trasferire poi sulla mappa. In pratica dunque si potrebbero aggiungere più colonne al foglio dati che poi diventerebbero ‘livelli’/layers/di visualizzazione della mappa dei blog. Una colonna potrebbe essere dunque quella dei gruppi di lavoro (che sarebbero poi forse delle ‘categorie’? Tag di livello superiore rispetto ai tag individuali che usiamo nel gruppo diigo e nel blog di Andreas) un’altra colonna si potrebbe dedicare all’inserimento di una immagine che si vuol fare apparire nel balloon/finestra che si apre quando si clicca nel segnaposto del singolo blog sulla mappa Credo che anche qualche località non corrisponda al vero (di alcuni mancava, così ho dovuto inserirla a caso dove non l’ho trovata accedendo al blog) ed un’altra olonna potrebbe essere dedicata all’inserimento di un link tipo Aboutme/portfolio/gravatar del blogger con I link x la presenza sul web e informazioni professionali essenziali (ordine di scuola o altro). Mi fermo qui sennò non è più un post…e passo la parola. Link o file utili per chi è interessato all’argomento:
    http://limfabweb.weebly.com/mindmapping–diagrams.html
    https://mapsengine.google.com/map/?pli=1
    http://support.google.com/maps/bin/answer.py?hl=en&answer=3092368&topic=3092425&ctx=topic
    file condiviso mappablog su google drive: https://docs.google.com/spreadsheet/ccc?key=0AmEPxFv_0P-fdERGLXVFSFh1WXVBNE5lTzdoSzMwZUE&usp=sharing

  2. fbartoli ha detto:

    AAA disponibile per Gruppi di Lavoro/condivisione/sperimentazione su: 1) feed, 2) google drive e strumenti di collaborazione sincrona, 3) maps (sia strumenti di visualizzazione grafica per mindmapping sia tipo google maps, google earth), 4) insegnamento su mondi virtuali e software di grafica 3d, 5) creazione di un Learning Management System scolastico – piattaforma di insegnamento, apprendimento, comunicazione online – (magari interscuola)

    1. geldave ha detto:

      Ciao Fabrizio, io sto iniziando a studiare questo lms, http://www.schoology.com , da una prima analisi sembra prender piede per le sue connotozaioni social e scolastiche. Meglio di moodle, che per la gestione richiede una forte componente tecnica. Più completa di edmodo, che è molto social , ma manca di strumenti per le gestione d’aula. Ti segnalo quest’articolo di stefano besana esperto di social learning, che ne parla qui

      Se hai voglia di approfondire anche tu, possiamo imparare insieme.:)

      1. fbartoli ha detto:

        Grazie volentieri, i lms son un progetto per me, mi sono iscritto a edmondo e schoolology ma ho solo l’homepage. Quest’anno l’implementazione di Google apps mi ha preso tutto il tempo. Esploro i tuoi link (e i vecchi miei in proposito) e torno sul commento. See you

  3. fbartoli ha detto:

    #cmooc itis13 Recupero. Finita la scuola inizio il mio recupero del percorso del cMooc, ossia tutto ciò che avrei dovuto fare e non ho fatto, partendo dal blog/diario di viaggio. Apro o riattivo o riutilizzo quello operativo su wordpress ancora non so, un blog tutto in italiano dove ripercorrerò le tappe delle attività pratiche del cMooc e dove posterò d’ora innanzi tutti I contenuti in lingua italiana. Chi ha perso il cammino strada facendo e ha piacere di rifarlo in compagnia si metta pure in contatto. Il recupero degli altri Mooc persi, essendo in lingua inglese, lo farò nel blog in lingua inglese, vediamo se così metto anche un po’ d’ordine tra le due lingue… (eterno problema!)

    1. davide gelati ha detto:

      Ciao Fabrizio, anch’io ho intenzione di procedere con il recupero estivo, ho aperto il blog, anche se ho scritto un paio di pagine e inserito i primi link, resta da fare tutta la parte su diigo, quindi considerami pure tuo compagno di classe.: )

      1. fbartoli ha detto:

        Perfetto, benvenuto, siamo in due.. anche io sto reinventando n blog in italiano dove, tra l’altro, reiniziare il percorso delle attività di itis13. Alla fine dopo il caos si ritorna alla routine degli assignments… prima o poi Questo al momento è il mio blog https://limfab.wordpress.com/ sto meditando se tenere questo o usarene un altro, Ne ho uno giò aperto su edublogs ma non conesnte mi pare il reblogging che mi piace molto anche se attira lo spam

  4. Antonella Radicioni ha detto:

    Sono stata travolta da plurimi impegni .Mi riservo una lettura estensiva dei post qusndo avro finito la scuola perché sono sempre interessata alla proposta di questo laboratorio che ho visto inizialmente insegna moltissime cose anche se per me non è automatico produrre cose di getto visto che non ho una eccessiva dimestichezza con le nuove tecnologie

  5. Marvi ha detto:

    Si adesso funziona perfettamente…. Giorno 26 se non erro parteciperò al corso proposto dal politecnico sui budge. Anche a me sembra un argomento interessante poi vi dirò.
    Ieri sera avevo scritto un post che non so per que motivo oggi non vedo, l avevo fatto con lo Smartphone boh cercherò di capire… In sintesi dicevo che come passeggera ho seguito questo per corso e che sono contenta che continuerà con altra impostazione. Inoltre condividevo con voi la notizia che il comune ha finanziato l acquisto di una lim x la mia classe grazie all attività fatta con piratepad.
    ……grazie a tutti

  6. giored ha detto:

    GRAZIE mille per questo percorso, ora che ho finito gli scrutini e con sabato termino la scuola ho tanto tempo per riprendere tutto in mano e completare.
    a presto per novità

  7. Andreas ha detto:

    Ho avuto bisogno di fare questo aggiornamento per gestire meglio un lavoro così intenso. L’avrei dovuto fare all’inizio del MOOC ma le cose sono accadute così velocemente che non ho fatto in tempo.

    I prossimi giorni guardo come funziona.

    In questa nuova veste si accede alla lista dei commenti attraverso il numerino posto a fianco del titolo di ogni post. Non c’è più la numerazione dei post; sono introvabili i temi che numerano i post, forse c’è un trucco ma per ora non l’ho scovato. In ogni caso qui c’è il concetto di discussione annidata, per cui si può rispondere ad uno specifico commento anziché alla sfilza, in fondo. Così le risposte dirette rimangono attaccate ai commenti chi si riferiscono in uno schema annidamenti successivi. Si può arrivare fino 8 annidamenti. Li posso anche aumentare ma mi paiono già tanti.

    Ci sono altre cose da sistemare, un po’ per volta.

  8. Luisella ha detto:

    @Andreas, non è male, questo tema, ma i commenti non hanno più il numero, e come si fa a trovare il bandolo della marassa i questo mare magnum? È un’altra prova di sopravvivenza al caos?

  9. Mario ha detto:

    @andreas, e anche @antonella rubino #72

    ho pubblicato l’articolo sul moodlemoot francofono, con particolare attenzione ai temi dell’e-portfolio; la versione 2.5 aggiunge appunto nel core di Moodle anche i badges di Mozilla. Di Mozilla mi fido, oltre al browser fa altri prodotti utili, è impegnata per un web aperto, e appena sarà disponibile farò di firefoxOs il mio sistema operativo mobile.

    Comunque, qui l’articolo
    http://iciaunord.wordpress.com/2013/06/10/moodlemoot-fr-2013-bordeaux-5-6-7-juin/

    1. fbartoli ha detto:

      Concordo. Mi piaceva molto firefox che ho abbandonato strada facendo per Chrome perché si integrava meglio con GDrive e gli altri strumenti google ma spero di tornarci prima possibile appena riesco a organizzarmi n modo altrettanto efficace. Mi piace molto Mozilla che seguo con grande interesse. Hai visto i materiali di Webmaker?

  10. Andreas ha detto:

    @antonella rubino #72 Scusa il ritardo con cui rispondo, Antonella. Mozilla è un’organizzazione non profit, Google è una global technology company quotata al Nasdaq. Mozilla è focalizzato sullo sviluppo di un internet browser, Google cerca di fare praticamente tutto.

    Interessante la questione dei badge, mi piacerebbe che qualcuno spiegasse per bene come funzionano, io ne so poco. Purtroppo, non so mai se desiderare che in Italia vengano introdotte novità basate su “eco-sistemi” virtuosi vista la naturale tendenza che abbiamo a trasformare virtù in privilegi e soperchierie. Magari come benchmark: – Facciamolo provare agli italiani per vedere le possibile furberie che lo possono rovinare…

    Cattivo? No consapevole. È dalla consapevolezza che si riparte.

  11. antonella rubino (@cisonoanch_io) ha detto:

    Ho ricevuto quest’invito e vorrei sentire pareri in merito dalla nostra Illustrissima Comunità…
    Giornata di studio dedicata al fenomeno dei Badge, una novità per il mondo della scuola,Il tema dell’incontro è l’opportunità di introdurre i Badge nel sistema scolastico italiano, in un’ottica di confronto che ponga le basi di un “ecosistema-badge per la scuola italiana”. I badge sono dei “riconoscimenti digitali” a tutto quanto consista elemento di merito (corsi di formazione, esperienze, apprendistato, ecc.) e possono esser usati sia per riconoscere le attività degli insegnanti, sia per riconoscere la attività degli studenti. Esiste un movimento internazionale per standardizzare il modo con cui i Badge sono realizzati, ma c’è la necessità di creare “eco-sistemi” virtuosi che colgano le opportunità positive evitando i pericoli.
    Sarà nostra ospite Erin Knight, Senior Learning Director della Mozilla Foundation, che illustrerà come il fenomeno dei badge stia letteralmente rivoluzionando (in ambito internazionale) la certificazione di competenze scolastiche e extrascolastiche creando collaborazione tra mondo della scuola, istituzionali culturali, formazione professionale, mondo del lavoro, ecc. Le segnalo il ruolo di leader che ha la Mozilla Foundation nel lavoro di standardizzazione tecnologica dei badge digitali.

    Abbiamo parlato tanto di Google e dei suoi pericoli…mi aiutate a capire come si muove Mozilla?
    Grazie…se proprio insistete posso proporre una tavola rotonda su Piratepad! 😉

  12. Andreas ha detto:

    @Luisella #70 Mi ero registrato l’intervento per sbobinarlo, ma la posizione non ottimale e la voce debole Morin hanno complicato la cosa. Oggi poi mi sono messo a scrivere software per far funzionare come voglio io il modulo sui CFU che ho appena pubblicato… Domani considero per bene se ce la faccio a trarre qualcosa dalla registrazione…

    1. fbartoli ha detto:

      A proposito di opml ho provato a importare su Scoop.it dei file opml esportati dagli aggregatori ma non vengono riconosciuti validi, se invece eseguo la stessa operazione (‘import opml file’) su file xml come quello esportato da google reader tutto va bene. Sbaglio o si era parlato di come ‘convertire’ (se di ciò si tratta) opml in xml? si deve copiare e incollare il codice xml su notepad? Se Andreas o altri discenti che ricordano più di me capitano su questo dubbio…Grazie in anticipo

      1. Andreas ha detto:

        opml è xml, una realizzazione di xml

        Il problema può essere che la versione OPML prodotta da un servizio non piaccia ad un altro.

        Mi sono fatto un account in scoop.it per provare l’importazione ma non la trovo. Dov’è?

        1. fbartoli ha detto:

          il link sul post quassù non è del sito giusto. Il sito/tool è scoop.it http://www.scoop.it/ questa è la pagina in oggetto dal mio account scoop.it, dove si trova la finestra con l’opzione importa opml, spero sia pubblica: http://www.scoop.it/t/diigo-by-fabrizio-bartoli1/sources#advancedSelected, allego 2 screenshot per far capire dove si trova la finestra con l’opzione importa opml (l’ho trovata casualmente la prima volta e mi è costato non poco ritrovarla adesso) è sul menù manage sources>advanced options. Spero si capisca. Ops ma qui non c’è un tasto per gli allegati…Proverò ad allegarla via mail se non trovo alternative

          1. Andreas ha detto:

            È proprio in scoop che mi ero fatto l’account, sccop.it era un semplice refuso – che ho corretto.

            No Fabrizio, non possiamo vedere una tua pagina privata.

            Come non è possibile associare il concetto di allegato al commento su un blog. Gli allegati sono propri delle email. I commenti sui blog sono un’altra cosa. Semmai ci possono essere servizi di upload-download-condivisione di file, che non sono blog.

            Semmai, scrivi un breve post sul tuo blog illustrando il problema e includendo lì gli screenshot.

            Quanto al merito della questione, ho trovato in rete che si può importare un opml come tu dici: Manage sources->advanced options, o come dice qui: Manage->Manage Sources.

            Il fatto è che io non ho niente di simile nel mio (unico, di prova) My Topic, ma solo queste opzioni:

            Manage->Edit
            Manage->Customization
            Manage->Create a Newsletter

            1. Andreas ha detto:

              Grazie Fabrizio per il post che hai scritto a riguardo..

              Ok. Alla fine l’ho trovato anch’io: la voce Manage sources si trova in Suggestions, che apre la barra a sinistra.

              Ho provato con un piccolo opml. Effettivamente sembra che lo prenda, facendoti scegliere cosa vuoi includere, poi non si trova niente. Quindi un po’ lo interpreta e un po’ no. Domani ho da fare delle lezioni a un corso di aggiornamento a Milano e non ho molto tempo. Proverò sabato a sfrucugnare l’opml per vedere cosa non gli piace.

  13. Andreas ha detto:

    Alcune persone mi avevano segnalato il problema che questo blog era diventato praticamente illeggibile con gli smartphone perché il testo risultava compresso in una strettissima fascia verticale. La cosa mi innervosiva non poco, considerato che prediligo formati minimalisti affinché siano massimamente accessibili su tutto. Alfine, ho trovato il tempo per sfrucugnare il CSS del tema del blog e mi pare che ora funzioni; almeno sul mio androide funziona. Fatemi sapere.

  14. antonellarubino ha detto:

    😉
    p.s. se poi Claude ci vuol dare quaòche lezion-cina su come usa Amara…sì,sì…ho capito: mi vado a ‘studiare” il suo blog! Qualcosa la troverò…Grazie Calmansi, in anticipo.
    😀

  15. antonellarubino ha detto:

    Apprezzo l’impegno nei colori…bravo Prof: hai imparato…10e Lode!
    Ed ora classifichiamo anche commenti vecchi e nuovi???
    Non lo dire a me che non hai tempo…sono ancora alle prese con il tema e le pagine!
    Tu ce la fai…sono sicura che ce la fai…
    😉

  16. antonellarubino ha detto:

    Prof. scusami sono in ritardo…come al solito!
    E’ l’abito lungo che si è impigliato nei tacchi che non so portare…
    …Però è tutto pronto… tutti a tavola…
    Vedo che hai messo la cravatta…che onore! Con i jeans, naturalmente…
    Bando alle ciance ora: ANDIAMO
    😉

  17. antonellarubino ha detto:

    Prof. sei dei nostri domani???
    A dire il vero sono già state sfornate le prime crostate e qualcuno ha già provveduto ad “accendere il fuoco” (come si dice da noi quando si tira fuori un argomento scottante!) quindi sembra che la festa sia già cominciata…
    Oggi mi sono sentita un pò in colpa per aver lanciato questo appello senza chiamare prima l’ospite d’onore, ma mi devi perdonare:
    1) non volevo che tnt54 mi richiamasse di nuovo 😉
    2) non sono capace di stare in silenzio assoluto (donna e…di famiglia numerosa!) ed ho sempre bisogno del ‘cicaleccio’ intorno anche per concentrarmi…
    Poi sono un pò stufa della veste da lurker o spione!!!
    Bello spulciare qua e là, ma se cominci a ‘stringere amicizia’ ti senti sempre in colpa perchè potevi utilizzare del tempo per imparare o prender parte a qualcos’altro…in più non ti concentri mai sul tuo lavoro!
    Almeno io mi sono sentita così…sarà che non sono una facebookiana e quindi non ci sono allenata a ‘farmi i fatti degli altri’ e, anche se in questo caso sono di tutto rispetto, mi sento come in un vortice…non riesco a fare a meno di andare a veder chi ha pubblicato cosa o quante visite o commenti ha il mio post e finisco per non concludere mai il lavoro che avevo cominciato!
    Insomma se ho imparato una cosa è che senza facebook ho salvaguardato me e la mia famiglia 🙂
    Penso quindi che per disabituarmi a questo ritmo (specie nei momenti in cui rifletto su cosa ne farò di questo corso quando non sarà più stimolata dall’arrivo del nuovo compito di Andreas e, contemporaneamente, per non perdere il contatto con chi ha aperto un colloquio con me o chi vorrei conoscere meglio) sia giusto fissare degli incontri settimanali ora a casa dell’uno, ora a casa dell’altro. Un pò come succede nella vita vera, insomma.
    Un ultimo dubbio che mi prende ferocemente allo stomaco è che…mi sono rivista i tuoi primi post e non vorrei che le common room di cui parli fossero qualcosa di più serio di ciò che ho proposto io questo fine settimana…insomma: ti ho rovinato la sorpresa del sabato sera? 😦
    Se è così elimino subito post e pagina di Piratepad, ma sono sicura che il paragone non esiste tra ciò che ho provato a far io per radunare tutti intorno ad un fuoco e ciò che potrai proporre tu per spronarci ad usare meglio le nostre potenzialità!!
    Un abbraccio forte
    A
    p.s.
    passo a prenderti alle 20.30 in punto!
    😀

  18. tnt54 ha detto:

    vorrei sapere come aggiornare la lista dei blog in RSSOwl senza doverli spulciare uno a uno… ho pensato di cancellare tutti quelli che c’erano prima e reimmettere da capo, ma poi perderò tutti i preferiti..

  19. tnt54 ha detto:

    :@antonella, quello con la manine è su skype (chuckle) non credo funzioni qui… nel blog ho messo la modalità testo e riesco a mettere le ‘faccine’ usando html, cosa che non riesco a fare sul tuo blog perché penso tu abbia lasciato la modalità visuale per gli articoli

  20. tnt54 ha detto:

    come! @antonella, #30, sei su twitter da più tempo di me! se inserisci @ e subito dopo il nome di una persona che è su twitter rendi il nome cliccabile . Sugli altri social network la chiocciolina prima del nome vuol dire che la stai ‘tirando in ballo’!

    per i commenti, prova con bacheca -> strumenti -> importa, io ci sto provando, ma ancora non sono sicura che funzioni..

    per quello che se la ride 😀 i simboli sono : – D senza spazio in mezzo!

  21. antonellarubino ha detto:

    @ tnt54 visto che sei così brava (avevo sbagliato a dire buona? Hi,hi) e il post lo avevo già visto (tiè!) e sono solo a metà del lavoro di “revisione” dei blog altrui e del mio 😦 …rispondi:
    1) dov’è la spiegazione sulla chiocciolina che è diventata così di moda?
    2) come faccio a far comparire l’elenco degli ultimi commenti al sito del Prof. nel mio blog?
    3) come faccio a usare l’icona di quello che se la ride…mi serve per i tuoi commenti…
    😉

  22. ivemara55 ha detto:

    Andreas! Problema tecnico: dopo aver cancellato il file opml di #Itis13 in RSSOwl l’ho voluto importare di nuovo…ebbene! Seguendo la solita procedura me lo ritrovo sì presente in RSSOwl… ma vuoto. Ho provato a eliminarlo e re-importarlo più volte…lui c’è, ma sempre vuoto! Why!? Magari domani riprovo…chissà!? Se tu, o qualche anima gentile del villaggio, mi risponde…sarò debitrice di un cappuccino…

  23. Elettra ha detto:

    Anche per chi fa scorpacciate di dati, info, riflessioni in brevissimo tempo giova riprendere il fiato….come lasciarsi galleggiare sul mare piatto

  24. Anonimo ha detto:

    mi dispiace, ma non capisco ancora perché continuo a rimanere “anonimo”: mi sono iscritto al corso, mi sono iscritto al blog, ho riempito il campo “email” del commento, ma non riesco a far apparire il mio nome o un mio nick in testa al commento… vedete cosa intendo dire che guardo le cosa da un altro punto di vista? 😀

  25. Anonimo ha detto:

    Bene bene bene… Sto seguendo con grande interesse il vostro approccio “pratico” all’uso di questi interessanti strumenti e devo dire che fatico un po’ a tenervi dietro perché, almeno dal mio punto di vista, state “correndo”… 🙂

    Mi sono occupato di informatica negli ultimi 40 anni circa, ma l’ho fatto sempre guardando le cose da “dentro” e non dalla prospettiva dell’utente “medio”; per capirci, quello che usa il telefono solo per telefonare e non sa nulla di bande di frequenza, multiplex, fisica acustica ecc.

    In ogni caso, traducendo in informatichese ogni volta quello che voi invece cercate di tradurre in linguaggi più semplici, riesco a malapena a tenervi dietro… per me Internet è una rete di reti di calcolatori, che usa dei server per memorizzare informazioni e ridistribuirle secondo dei criteri concordati.

    Questo permette di fruire di una grande quantità di saperi e di costruirne anche di nuovi, collaborando insieme con gli altri.

    Sono un po’ sommerso dalla quantità di informazioni che leggo ogni giorno (messaggi da forum e gruppi di discussione distribuiti nel mondo, lettura di qualche quotidiano, un affaccio su Facebook, uno su LinkedIn, la posta personale su almeno tre caselle diverse, ecc.)

    Siccome però la mia ambizione è di arrivare a fare il formatore professionale (ho appena conseguito la laurea triennale in Scienze dell Formazione), non c’è dubbio che questa è una delle comunità alle quali DEVO appartenere.

    🙂

    A presto!
    Ric

  26. dallomo antonella ha detto:

    Ciao a tutti, riparto da qui per presentarmi. Mi chiamo Antonella d (per distinguermi dalle altre antonelle) e sono salita in corsa perchè il super lavoro mi ha tenuta occupata e perchè forse gmail non ha funzionato come doveva…(mannaggia alla posta spam). Sto recuperando… qualcuno mi sa suggerire un fornitore blog piuttosto che un altro? se si ha già un sito wordpress conviene aprire un altro sito wordpress o è indifferente? Lo chiedo perchè di istinto mi piace il confronto e non conoscendo le differenze tecniche/funzionali di ognuno (ammesso che ce ne siano) meglio valutare con attenzione…grazie

  27. nadiamoretti ha detto:

    @Claude Almansi n.13… molto interessante questo metodo… MA MI SENTO ENORMEMENTE STUPIDA: ho riletto il tuo post 3 volte, ma non ho ancora capito come si fa (?!?) 😦
    Ecco, questi sono i momenti nei quali mi sento proprio ignorante!
    Comunque il mio bookmarking personale è molto artigianale: inserisco solo in “preferiti”. Il problema, però, è che mi ritrovo delle lunghissime liste di siti e non ricordo più a cosa facciano riferimento, anche se li divido per macrocategorie… Devo imparare ad usare questi strumenti in modo più efficace…

  28. GranDiPepe ha detto:

    il social bookmarking… mi sono persa tutto su delicious.. per pigrizia ma qui ho un sacco di info..
    @teresa carloni #14 dove vuoi andare a parare: stiamo imparando facendo, scambiandoci info su come si fa cosa, come lo faccio io ma anche esplorando come lo fa qualcuno di altro, con stili e pensieri diversi e con tecnologie diverse ma per la stessa finalità. Siamo tutti ancorati allìindice del libro che di dice sequenzialmente cosa impareremo, vedrai che qui si impara, a volte un po’ a macchia di leopardo. Ma è una esperienza che ho fatto anche con un professore molto ordinario che usava testo blocco e biro. Lasciarsi un po’ sorprendere, inseguire quello che più serve per sè porta a fare esperienza. @antonellarubino #15 magari per serendipità con una pallina si centra un bersaglio
    vabbè… vado che C’era l’H mi chiama…

  29. antonellarubino ha detto:

    Hey, Carlotta, stai pur lì a preparare le nostre palline di carta…questa volta tocca a me studiare per pararti…dai rimproveri del Prof!
    Quante volte lo hai già fatto per me?
    😉
    grazie Claude Almansi 13. sia per aver diviso a metà la stupidità, sia per il lavoro già fatto. E’ proprio ciò che volevo!
    Ti passo cerbottana e palline appena la Carloni finisce?
    🙂

  30. Claude Almansi ha detto:

    @antonellarubino #11 Re: “Allora mi accontento di sapere se sono proprio stupida perchè sto lì a riportarmi i commenti che mi interessano(ma un feed rss me lo posso anche creare su quello che voglio?)”

    Allora condividiamo la stessa stupidità: cioè ho provato a farmi segnalibri sociali per diversi commenti di questo laboratorio, usando il loro permalink, su Diigo.com, che sarebbe come il Symbaloo di Natalia, solo che è più austero ma puoi aggiungere dei tag ad ogni segnalibro per descriverlo.

    Quindi li ho tutti taggati “#ltis13_commento” il che produce la pagina https://www.diigo.com/user/calmansi/%23ltis13_commento che li raduna, la quale ha il suo feed RSS https://www.diigo.com/rss/user/Calmansi/%23ltis13_commento che potrei aggiungere in un aggregatore tipo bloglines.

    Ma non finisce lì: siccome ho anche aggiunto altri tag per descrivere ciascun commento, li posso combinare con il primo: ad es. combinando “#ltis13_commento” e “piratepag”, ottengo la pagina https://www.diigo.com/user/calmansi/%23ltis13_commento%20piratepad che mi dà i miei segnalibri dei commenti di questo laboratorio dove si parla di piratepad, e a sua volta ha un feed RSS https://www.diigo.com/rss/user/Calmansi/%23ltis13_commento%20piratepad che potrei aggiungere a un aggregatore.

    E siccome ho anche fatto tag per chi commenta e a chi qualcuno risponde, https://www.diigo.com/user/calmansi/%23ltis13_commento%20piratepad%20Andreas ad es. raduna i commenti di Andreas o rivolti a lui su piratepad e indovina un po’: anche quella ha il suo feed RSS https://www.diigo.com/rss/user/Calmansi/%23ltis13_commento%20piratepad%20Andreas che potrei aggiungere a un aggregatore.

    E così via. Finora ho provato ad abbinare fino a 6 tag (dopo mi sono stufata) e ogni volta la combinazione ha prodotto una pagina corredata da un feed RSS.

  31. Claude Almansi ha detto:

    @Natalia Visalli #1

    Grazie: sembra molto simpatico Symbaloo – però perché mi parla tedesco? Lo fa con tutti o carpisce l’indirizzo IP del mio computer e decide che visto che sono in Svizzera, devo capire il tedesco (anche se sto nella parte francofona)?

  32. antonellarubino ha detto:

    Se hai un pò di tempo ti chiedo conferma di ciò che ho capito e ti faccio relativa domanda: il gestore del sito si organizza come vuole i commenti (tipo hai una cartella di tutti i miei… sigh!) ma sul sito rimangono fermi al loro posto.
    Ora fai il prof. (non c’è una faccina che dica: per piacere con espressione da cucciolo?)
    domanda: come posso farlo anch’io?
    Hi, hi!
    Altro che salto in corsa, mi sa che ti chiedo di anticipare 2/300 lezioni!!!
    Ok. Allora mi accontento di sapere se sono proprio stupida perchè sto lì a riportarmi i commenti che mi interessano(ma un feed rss me lo posso anche creare su quello che voglio?) o se non importa farlo adesso perchè lo impareremo dopo.
    Scusa se rubo del tempo prezioso ma mi sono impazzita per cercare queste informazioni che mi riportino in Bloglines SOLO quello che mi interessa senza controllare e cancellare 3000articoli!!!
    l’aggravante è che io tendo a CONSERVARE TUTTO!
    p.s.
    interessante Symbaloo, ma devo studiarlo meglio e domani ho scuola. Ho trovato la mia dose del fine settimana…
    (cheese)

  33. antoR ha detto:

    …ed io che pensavo ad un fine settimana da…paura!!!
    Come Natalia, ormai, sono una “drogata” di post: vado a vedermi la raccolta (anch’io avevo cominciato a farne una).
    Approfitto per chiedere, se possibile, l’utilità di quel ‘Permalink’ che appare accanto ad ogni commento…se è lecito 🙂

  34. marina.p ha detto:

    Talmente abituata alla frenesia e incapace di rilassarmi (della serie…cosamisuccedesenonleggouncommento?!?), mi stavo giá preoccupando!
    Poi ho visto il post bacheca e sono pronta ad affrontare la sfida blog!
    Scherzi a parte: il piccolo rallentamento del ritmo mi ha dato la possibilitá di riflettere e fare il punto della situazione. Grazie!

  35. Nicoletta Farmeschi ha detto:

    Ah, quindi il prossimo passo è l’apertura di un blog…a questo ci è servito il diario? Resto in attesa…Intanto posso constatare che blogolines funziona a meraviglia, ma non ho importato tutti i feed che ho su google reader, tanto finivo per non leggerli mai tutti. E a quanto ammontano le iscrizioni, al momento? Giusto per curiosità!

    1. ivemara55 ha detto:

      @Natalia…che bella idea! Io l’ho fatto per conto mio e mi sono molto divertita, il problema è che “una ciliegia tira l’altra”, che le ciliegie sono tutte buone, che non si riesce a mangiarle tutte e…che poi rischia l’indigestione (stanotte erano le 2,30 quando ho spento il pc)

      1. ivemara55 ha detto:

        @Natalia…mi rendo conto solo ora che nel mio precedente intervento non è per nulla chiaro il concetto-base del mio precedente commento: all’epoca non mi sono neanche accorta della tua iniziativa ovvero quante occasioni si perdono perché non c’è tempo per seguire tutto…mi scuso per l’intrusione-bis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...