4 thoughts on “Dove la Tartaruga di Seymour Papert impara la legge gravitazionale di Newton

  1. Claude Almansi says:

    Wow! Darai (e magari spiegherai) anche qui sul blog i comandi che fanno da sfondo ai movimenti della tartaruga nel video?

    Cioè quando la tartaruga passa da quella che sembrava una partenza più o meno lineare verso N-NW a 0:23, a un orbitare frenetico tipo elettrone intorno a un nucleo da 0:24 , subentrano degli XVEL e YVEL che non c’erano nei comandi precedenti. Ma non capisco cosa siano.

    1. Andreas says:

      Scusa per il ritardo Claude. La stranezza che vedi è dovuta la fatto che per fare un video corto ho tagliato la maggior parte del percorso della Tartaruga. Nel frattempo si è spostato il foglio, per questo vedi uno scatto e leggi istruzioni diverse, ma in realtà sono le stesse. Riporto il codice qui sotto, con qualche minimo commento. In futuro dettaglierò tutto meglio.
      ——————————————————————————–
      ; Legge gravitazionale di Newton in 2D
      ; È un esempio in germe. Per una corretta e proficua realizzazione didattica
      ; occorre entrare nel merito dei valori delle costanti fisiche implicate,
      ; masse, distanze, costante gravitazionale, fattori di scala per la
      ; rappresentazione grafica. In questo esempio ho utilizzato valori numerici
      ; arbitrari. Interessava vedere come può funzionare…

      ; La Tartaruga gioca il ruolo del satellite
      ; Il pianeta sta al centro, che in LibreLogo ha coordinate [ 297.89, 421.11 ]

      CLEARSCREEN
      HOME

      FILLCOLOR “BLUE”
      CIRCLE 20
      FILLCOLOR “LIME”
      XPOS0 = POSITION[0]
      YPOS0 = POSITION[1]
      SHOWTURTLE

      ; Determinazione delle condizioni iniziali

      ; Posizione iniziale…
      ; con queste istruzioni la Tartaruga-satellite si dirige nella posizione iniziale
      ; lo fa alla Papert, con comandi “sintonici”: sale di 100 e poi si mette a testa in giù
      ; (fatto inessenziale perché poi la dirigiamo con comandi diretti tramite POSITION)

      PENUP
      HEADING 9h
      FORWARD 0 ; qui si potrebbe spostare lateralmente
      HEADING 0
      FORWARD 100 ; qui sale di quota
      RIGHT 180
      PENDOWN

      XPOS = POSITION[0]
      YPOS = POSITION[1]

      ; Velocità iniziale…
      ; dove aggiustando componenti lungo X e Y decidiamo in che direzione
      ; lanciare la Tartaruga-satellite (molto divertente giocare con questo…)

      ; Con XVEL= 10.0 e YVEL=0.0 si azzecca un’orbita circolare
      ; Con XVEL= 5.0 e YVEL=0.0 viene l’orbita di tipo caotico mostrata nel post
      ; https://iamarf.org/2017/04/19/dove-la-tartaruga-di-seymour-papert-impara-la-legge-gravitazionale-di-newton/

      XVEL = 10.0
      YVEL = 0.0

      KG = 9800 ; qui dentro ci sarebbero le masse e la costante gravitazionale…

      REPEAT 500 [
      DX = (XPOS-XPOS0)
      DY = (YPOS-YPOS0)
      R2 = (DX**2 + DY**2)
      R = SQRT(R2)
      ACC = KG / R2
      XVEL = XVEL – ACC * DX / R
      YVEL = YVEL – ACC * DY / R
      XPOS = XPOS + XVEL
      YPOS = YPOS + YVEL

      PENDOWN
      CIRCLE 5
      IF SQRT((XPOS0-XPOS)**2 + (YPOS0-YPOS)**2) < 10 [ BREAK ]
      PENUP
      ;PRINT [“AH”,POSITION]
      POSITION [XPOS, YPOS]
      ;PRINT [“UH”,POSITION]
      ]
      FILLCOLOR “RED”
      CIRCLE 10

      HEADING 0
      FORWARD 5
      LABEL “ HAI!!!”

      HIDETURTLE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...